Apple, oggi escono le trimestrali, cosa dobbiamo aspettarci?

Oggi è una giornata importante per il titolo Apple, senza dubbio uno dei più amati e seguiti dagli investitori sul mercato americano.

Il titolo è sui massimi assoluti di tutti i tempi. La vetta è stata toccata il 3 settembre intorno ai 154 dollari ed ora, dopo un lieve calo, la quotazione è tornata sui 148 dollari per azione, ad un passo appunto dai massimi assoluti.

Stasera, a mercati chiusi, il colosso di Cupertino pubblicherà i risultati del terzo trimestre del 2021.

Wall Street si aspetta numeri positivi, con un fatturato di 84,9 miliardi di dollari e un utile di 73 centesimi per azione.

Ora rimane da vedere se il titolo della mela riuscirà a polverizzare le stime come è riuscito a fare nel secondo trimestre, quando ha superato le stime di fatturato di ben 10 miliardi di dollari e ha battuto il consenso sugli utili di circa il 30%.

Attenzione però, perchè il mercato potrebbe reagire in modo strano anche a dati estremamente positivi, infatti i problemi di Apple potrebbero non venire risolti dai risultati del trimestre appena concluso.

Ciò che preoccupa il mercato non è tanto un possibile calo della domanda o delle quote di mercato, che al momento appare tra l’altro improbabile, ma piuttosto una difficoltà di produzione, dovuta ai tristemente famosi microchip.

Il CFO di Apple Luca Maestri tre mesi fa ha avvertito che i problemi relativi ai componenti si stavano intensificando, con un potenziale impatto nel trimestre sulle vendite di iPhone e iPad. Ci sono state anche ripetute segnalazioni recenti di iPhone 13 legate a scorte limitate dei moduli della fotocamera utilizzati nelle versioni di fascia alta della nuova gamma di telefoni.

È probabile che questi problemi non si evidenzino, come aveva previsto il CFO Maestri, nel trimestre appena concluso, ma potrebbero farlo nel trimestre successivo.

Ecco perchè può darsi che il mercato non si accontenterà di dati che battono le stime, tanto più se Apple continuerà nella consuetudine adottata con il Covid di non fornire indicazioni per il trimestre futuro, cosa che agli operatori, ovviamente, non piace affatto.

Tuttavia sarebbe un errore farsi prendere dalla paura.

Apple ha recentemente presentato una serie di nuovi prodotti, tra cui iPhone, Mac, iPad e AirPod aggiornati e questo dovrebbe aiutare a rafforzare i risultati per il trimestre di dicembre. Per quel periodo, il consenso di Street prevede che le entrate salgano a $ 119,7 miliardi con guadagni di $ 1,41 per azione.

Secondo il Wall Street Journal, l’analista di Morgan Stanley Katy Huberty, da tempo una delle voci rialziste più influenti di Street sul titolo, si aspetta che i risultati distruggano nuovamente le stime con un fatturato di 88,2 miliardi di dollari, oltre 3 miliardi di dollari al di sopra delle previsioni, e vede una forza continua in iPhone, iPad e Mac.

Le stime degli analisti prevedono un fatturato di iPhone del trimestre di settembre di $ 41,2 miliardi; entrate di $ 8,8 miliardi per iPad; $ 9,1 miliardi per i Mac; 9,4 miliardi di dollari per dispositivi indossabili, casa e accessori; e 17,7 miliardi di dollari per i servizi.

Tuttavia si dice che Huberty, stia dicendo agli investitori che il rapporto sugli utili di questa settimana non risolverà probabilmente l’attuale dibattito su Apple e probabilmente non servirà come un catalizzatore per il titolo.

Insomma, come sempre tutto può succedere.

Quello che bisogna fare è tenere i nervi saldi e prima di prendere ogni decisione operativa studiare bene i bilanci. Posso assicurarti che spesso rivelano molto di più sul futuro di quello che può sembrare.

Apple fa parte di uno dei miei portafogli, ma al momento non è in buy. Ciò significa che se uno possiede già il titolo fa benissimo a tenerlo in portafoglio, per chi invece non lo possiede non è il momento di comprare.

Come sai la mia visione è di lungo periodo, quindi io e i miei analisti andremo certamente a spulciare tutti i numeri e se ci sarà bisogno di intervenire non esiteremo a farlo.

Per il momento ci godiamo il 30% che il titolo ha fatto da quando lo abbiamo inserito in portafoglio il 4 settembre del 2020.

Come dico sempre non conta cosa farà il mercato domani, ma conta il metodo con il quale hai scelto le aziende che hai messo nel tuo portafoglio.

Se vuoi conoscere il mio metodo l’ho spiegato, in modo dettagliato, nel mio ultimi libro “Dove metto i miei soldi”, dove oltre a spiegarti come io stesso investo ho anche cercato di fare un’ampia carrellata sul mondo degli investimenti per trasmettere le poche, ma fondamentali leggi che muovono il denaro.

Se vuoi ottenere il massimo dai tuoi risparmi ti consiglio vivamente di leggerlo. Tra l’altro in occasione del mese dell’educazione finanziaria abbiamo deciso di offrirlo con il 40% di sconto.

Clicca qui per prendere la tua copia scontata.

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit