3 Aziende in rapida crescita nel mercato americano

Il sogno di ogni investitore è quello di moltiplicare in poco tempo i propri risparmi azzeccando “l’azione giusta”.

Purtroppo il verbo “azzeccare” non si addice molto agli investimenti azionari.

Ogni scelta d’investimento è il frutto di un’attenta analisi fondamentale delle aziende che segue un processo ben definito.

Se vuoi approfondire l’argomento ti rimando al mio libro battere il benchmark.

Tuttavia se lo hai già letto sei consapevole di come le aziende quotate si dividono nelle due grandi categorie Value e Growth.

Le prime operano in business consolidati, hanno una lunga storia – come ad esempio Coca Cola – e distribuiscono costantemente dividendi, mentre le seconde sono attive in settori e business in forte crescita.

È il caso ad esempio di Netflix e Amazon, aziende nate circa 20 anni fa e ancora in forte espansione.

Tuttavia in questo caso stiamo parlando di due aziende che oggi sono tra le prime 10 aziende più capitalizzate del mondo e quindi mantenere questi ritmi di crescita è impossibile.

Ce ne sono altre invece che operano in nuovi settori o in settori in fase di ristrutturazione che prevedono una forte crescita nei prossimi anni.

È il caso delle tre aziende che ti presento oggi, emerse tra le oltre 6.000 quotate nel mercato americano e che hanno superato i test del mio sistema di selezione.

Una di queste è già stata inserita in uno dei miei portafogli mentre le altre due sono in “lista d’attesa”.

Due operano nel settore della salute e dei prodotti farmaceutici mentre una in quello delle bevande energetiche.

Vediamole.

AmerisourceBergen Corp

È un importante fornitore di servizi logistici nella distribuzione di prodotti farmaceutici e servizi per ospedali, farmacie, catene di negozi, cliniche e studi medici nato dalla fusione di AmeriSource e Bergen Brunswing nel 2001.

Le acquisizioni di società più piccole in questi ultimi anni hanno permesso ad AmerisourceBergen di diventare un player globale nella distribuzione di prodotti farmaceutici, vaccini veterinari, biofarmaci fino ai servizi di consulenza. Tuttavia il 96% dei ricavi è focalizzato nella distribuzione farmaceutica.

Con 20.000 dipendenti l’azienda è attrezzata per spedire oltre 3 milioni di prodotti al giorno in tutto il mondo.

Nonostante la riduzione dei margini dovuta al continuo calo dei prezzi dei farmaci generici e la più lenta diffusione dei farmaci di marca, l’azienda ha un tasso di crescita leggermente maggiore dei concorrenti principali – McKesson e Cardinal Health – con i quali costituisce comunque un oligopolio con una quota di mercato del 90%.

Rischi e incertezze

AmerisourceBergen opera in un mercato maturo e la perdita di grandi clienti, modifiche normative, l’ingresso di un nuovo concorrente con risorse significative potrebbero ridurre la capacità di negoziare con le case farmaceutiche.

Anche le scelte governative potrebbero costituire un fattore di rischio se queste dovessero spingere verso una maggiore trasparenza dei prezzi e la diffusione dei farmaci generici a basso costo.

Sebbene la minaccia di un nuovo concorrente non sia imminente, Amazon, una società con una significativa esperienza nella gestione delle scorte, si sta velocemente affacciando anche in questo settore e la sua potenza di fuoco potrebbe rivelarsi presto una minaccia.

Dati sui dividendi

tabella di dati

 

Merck & Co Inc

Merck è un produttore di prodotti farmaceutici – a differenza di AmeriSource che invece è un distributore – per trattare diverse condizioni in diverse aree terapeutiche, tra cui malattie cardiovascolari, asma, cancro e infezioni.

I farmaci per la cura del cancro stanno dando un contributo sempre maggiore alle vendite.

La società ha anche una notevole attività nel campo dei vaccini, con trattamenti per prevenire l’epatite B e le malattie pediatriche, nonché farmaci per le cure veterinarie.

Quasi il 40% delle vendite dell’azienda è generato negli Stati Uniti.

Brevetti, economie di scala e una potente base intellettuale favoriscono l’attività di Merck e la mantengono ben protetta dalla concorrenza. Un base di conoscenze che dovrebbero aiutare l’azienda a mantenere le sue posizioni di leadership nella scoperta e nello sviluppo di farmaci.

Inoltre, gli enormi flussi di cassa dell’azienda consentono di supportare una potente e radicata rete commerciale e forza vendita che non solo vende farmaci attualmente commercializzati, ma funge anche da deterrente per lo sviluppo di aziende farmaceutiche che cercano di lanciare prodotti dei concorrenti.

E proprio questa forza potrebbe spingere i concorrenti ad offrire una partnership a Merck per la vendita di farmaci prodotti da altri.

Rischi ed incertezze

ll rischio a breve termine di Merck è principalmente incentrato sull’accettazione da parte del mercato di nuovi farmaci.

Ritardi o mancate approvazioni dei prodotti potrebbero danneggiare l’azienda.

Inoltre, un futuro governo degli Stati Uniti più sensibile alla diffusione in massa delle cure sanitarie potrebbe avere come obiettivo quello di abbattere i costi e quindi anche i prezzi dei farmaci.

Dati sui dividendi

tabella di dati

 

Merck & Co Inc - grafico

Monster Beverage Corp

Monster Beverage non ha bisogno di molte presentazioni.

È una holding che sviluppa e commercializza bevande energetiche e ricava oltre il 90% delle sue vendite dalla famiglia di prodotti Monster Energy Drinks.

Oltre il 70% delle vendite dell’azienda è destinato a clienti negli Stati Uniti. e supera quella del suo più grande concorrente Red Bull.

Tuttavia rimane sottovalutata a livello internazionale e proprio per questo ci sono opportunità significative di sviluppo.

Nel 2015 Coca Cola ha acquistato una partecipazione azionaria ed ora possiede circa il 19% della stessa Monster.

Le bevande energetiche si stanno acquistando quote di mercato sempre maggiori a discapito della categoria generale delle bevande analcoliche gassate.

Questo consentirà a Monster di crescere a tassi elevati ancora per il prossimo decennio.

Rischi e incertezze

Il “portafoglio prodotti” di Monster è concentrato in poche bevande energetiche.

Man mano che le preferenze dei consumatori si evolvono verso bevande più sane, più naturali e ipocaloriche, questo potrebbe diventare un problema per l’azienda.

Tuttavia rimango dell’idea che la categoria delle bevande energetiche non subirà dei tracolli nei prossimi anni.

Un altro rischio per l’azienda è lo scioglimento della partnership con Coca-Cola.

Se la categoria delle bevande energetiche dovesse subire continui ribassi, danneggiando il valore del marchio Monster, Coca Cola potrebbe decidere di uscire dal suo investimento.

Dati sui dividendi

In questo caso stiamo parlando di un’azienda che reinveste costantemente gli utili per favorire un alto tasso di crescita e di sviluppo che, naturalmente, si riflette nelle quotazioni del titolo.

Monster Beverage - grafico

Come ti accennavo una di queste aziende è stata inserita in uno dei miei portafogli mentre le altre due sono a buon punto nel processo di selezione.

Devono superare ancora alcuni test di verifica prima di entrare a far parte dei miei portafogli.

Inizia da qui PascaPremium se vuoi far parte della ristretta elite di investitori che hanno accesso al mio sistema.

A presto.


 

Seguimi anche sul gruppo Facebook “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2wzzIez

Acquista il mio libro “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2WvfCgd

 


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit