4 Aziende Food che potrebbero ingolosire i mercati

Il Covid-19 ha cambiato le nostre abitudini, è inutile negarlo.

 

E, come sempre, di fronte ad un evento così impattante c’è chi ci perde e c’è chi ci guadagna.

 

Tra i settori che possono trarre vantaggio da questa situazione c’è certamente quello del Food.

 

Non è un caso che molte aziende di questo settore abbiano aumentato i ricavi e siano sui massimi assoluti.

 

La quarantena forzata con la conseguente chiusura dei ristoranti ha portato le persone a consumare più cibo a casa e sono in molti a pensare che questo trend continuerà anche quando, si spera molto presto, ci libereremo definitivamente da questo stramaledetto virus.

 

Val la pena quindi dare un occhiata ad alcune delle aziende più promettenti di questo di settore per vedere se qualcuna merita di essere inserita nei nostri portafogli.

 

Partiamo da una azienda che conosci molto bene, tuttavia immagino che difficilmente la associ al settore Food.

 

Sto parlando del colosso creato da Jeff Bezos, ovvero l’inossidabile Amazon (Nasdaq: AMZN).

 

Dove c’è Business il buon Bezos ci mette sempre lo zampino e durante il lockdown ha rafforzato il servizio rapido portando AmazonFresh, il servizio di consegna alimentare dell’azienda di Seattle, a diventare un hub sempre più importante.

 

I numeri di Amazon sono, come sappiamo, ottimi. I ricavi sono aumentati del 40% a 88,9 miliardi di dollari. L’utile netto è salito a 5,2 miliardi di dollari dai 2,6 di un anno fa e l’utile per azione (EPS) è arrivato a 10,30 dollari superando nettamente i 5,22 di 12 mesi prima.

 

I fondamentali sono solidi e rendono Amazon un titolo interessante per il lungo periodo, attenderei però uno storno prima di entrare a mercato.

 

La seconda azienda da tenere d’occhio è Beyond Meat (Nasdaq: BYND), un azienda che come dice il nome stesso – Oltre la Carne – si occupa di fornire un’alternativa producendo “carne” vegetale.

 

Beyond Meat, a differenza di altre aziende del settore, non ha però beneficiato del lockdown, avendo un business molto incentrato sulla ristorazione che ha particolarmente sofferto la chiusura dei ristoranti.

 

Anche per questo i risultati del secondo trimestre non sono stati esaltanti, i ricavi totali hanno superato le attese ma le entrate derivanti dal settore alimentare sono crollate del 60%.

 

Il titolo rimane comunque interessante, il virus non durerà per sempre e Beyond è riuscita  a chiudere partnership con aziende importantissime che gli garantiranno un’ottima distribuzione in futuro. 

 

Stiamo parlando di colossi come McDonald’s, Starbucks, Dunkin’ Brands e Yum. 

 

Queste mosse non sono passate inosservate a Wall Street ed il titolo a Giugno ha toccato nuovi massimi a 160 dollari per azione, segnando da inizio anno un rialzo di ben l’80%.

 

Premettendo che questo elenco non è in ordine di importanza la terza azienda che merita una menzione è Domino’s Pizza (NYSE: DPZ). 

 

Non mi dilungo su questo titolo perchè ne avevo già ampiamente parlato in un articolo di qualche mese fa intitolato la Pizza più buona di Wall Street.

 

I dati del secondo trimestre hanno confermato che l’azienda scoppia di salute ed anche i mercati continuano ad avere fiducia nel titolo che da inizio anno è cresciuto di oltre il 40%.

 

Ieri DP ha chiuso a 403,6 dollari per azione e se consideriamo che nel 2009 le azioni valevano 9 dollari la cavalcata per gli azionisti di lungo termine che hanno creduto nell’azienda è stata incredibile. Chi avesse investito 1000 dollari nel 2009 ora se ne ritroverebbe in tasca quasi 45.000.

 

Queste “magie” succedono solo nel mercato azionario, ed in particolare solo nel mercato azionario americano. E’ per questo che io concentro i miei investimenti su questa piazza.

 

Se vuoi capire come muovere i primi passi nel mercato più profittevole al mondo quello che ti consiglio è di partire dal mio libro “Battere il Benchmark – La Bibbia sugli investimenti nel mercato americano –” che puoi trovare cliccando Qui https://bit.ly/2Z2hO2M

 

Scoprirai che investire a Wall Street è molto più facile e profittevole di quello che pensi.

 

Ma andiamo avanti nella nostra carrellata e chiudiamo con un colosso che non ha certo bisogno di presentazioni.

 

Mi riferisco a McDonald’s (NYSE: MCD), un marchio che attualmente gestisce più di 38.000 ristoranti in 100 paese anche se il segmento più grande continua ad essere negli States.

 

Certo anche per McDonald’s il lockdown non è stata una passeggiata di salute ma il modo in cui è strutturata l’azienda gli dovrebbe permettere di assorbire il colpo senza grossi problemi.

Infatti circa il 90% dei ristoranti sono in franchising e questo sgrava McDonald’s di gran parte delle spese di gestione. 

 

Inoltre l’azienda dai due archi gialli percepisce l’affitto da tutte le strutture, tanto che possiamo tranquillamente dire che McDonald’s sia nel business immobiliare tanto quanto in quello alimentare.

 

Forse la cosa potrà sorprenderti ma questo è quello che ha decretato il successo di McDonald’s, come viene spiegato molto bene nel bellissimo film sulla storia della società che ti ho consigliato qualche giorno fa sul mio gruppo facebook.

 

Inoltre McDonald’s ha spesso dimostrato di essere un’azienda molto reattiva sul lato marketing e anche questa volta non è stata a guardare inserendo nuovi servizi di take away  per far fronte al calo di fatturato all’interno dei locali.

 

Insomma nel lungo periodo è ipotizzabile che McDonald’s, che da inizio anno è cresciuta intorno al 10%, continuerà a dare soddisfazioni ai propri azionisti.

 

Bene per ora mi fermo qui, ma prima di salutarci ti devo dire una cosa molto importante, quindi apri bene le orecchie.

 

Io parlo sempre volentieri di titoli interessanti ma questo non deve in nessun modo essere preso come un consiglio di acquisto. Ci tengo a dirlo in modo chiaro perchè non voglio che tu possa rischiare di commettere degli errori per aver frainteso qualche mia parola.

 

I titoli di cui ti ho parlato sono tutti interessanti, ma da qui a dire che sia il caso di acquistarli ce ne passa.

 

Io ad esempio in questi giorni non ne ho acquistato nessuno, però ritengo che siano tutti da tenere d’occhio per cogliere l’occasione giusta per entrare.

 

Se vuoi sapere quando io penso che sia il momento giusto di acquistare per replicare le miei scelte allora puoi sottoscrivere uno dei miei portafogli e seguire passo passo le mie orme.

 

Farlo è semplicissimo, basta mandare un Whatsapp a questo numero 392 5186777 ed un mio consulente ti chiamerà e ti spiegherà, senza impegno, qual è la soluzione più adatta alle tue esigenze.

 

Al tuo successo!

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit