4 indispensabili insegnamenti direttamente da Warren Buffett

Warren Buffett è considerato da molti il più grande investitore di tutti i tempi.

 

Fino a qualche tempo fa andava di gran moda e chiunque proponesse servizi finanziari usava la sua immagine per attirare l’attenzione dicendo di ispirarsi a lui.

 

Poi è successo che durante la discesa del mercato dovuta alla pandemia ha sbagliato qualche mossa e ora sembra sia diventato di colpo un rimbambito qualunque.

 

Purtroppo il mondo funziona così, non è sufficiente aver fatto performance da capogiro negli ultimi 40 anni, bastano due errori per farti precipitare nel calderone degli incompetenti.

 

E così ora sono tutti a dire che il suo sistema di investimento, il famoso value investing, non funziona più e che l’oracolo di Omaha – questo è il suo soprannome – all’alba dei 90 anni che compirà il 30 agosto non è più in grado di dominare il mercato.

 

Per conto mio posso dirti che seguivo Buffett prima che diventasse di moda e continuo ad ammirarlo anche ora che le sue performance sono, momentaneamente, calate.

 

Ma Santo cielo, quest’uomo, attraverso la sua Holding  Berkshire Hathaway, è stato capace di generare un rendimento del 2.744.062% dal 1965 ad oggi, com’è possibile che basti un anno negativo per pensare che non capisca più i mercati?

 

Tranquillo, non c’è nessun errore questi dati sono presi direttamente dal sito ufficiale della Holding ed il rendimento è veramente a 6 zeri e se consideri che dal 1965 a fine 2019, l’S&P 500 – l’indice più rappresentativo di Wall Street – si è rivalutato del 19.784% compresi i dividendi, è facile comprendere l’incredibile risultato che ha ottenuto.

 

Chi ha letto il mio libro sa che ho avuto la fortuna di incontrarlo ed è stato uno dei momenti più importanti della mia carriera da investitore professionista.

 

Se non hai letto il libro e vuoi sapere cosa mi ha insegnato il nostro incontro allora questo è il momento giusto.

 

Tornando al vecchio Warren ho recentemente letto un articolo che ha sintetizzato 4 grandi lezioni che Buffett ci ha lasciato e le voglio condividere con te.

 

Lezione N° 1: La pazienza è alla base del successo

 

Buffett ha iniziato ad investire da giovane e gli inizi non sono stati certo incoraggianti.

 

Cercò di andare a lavorare a Wall Street ma il suo grande maestro Benjamin Graham – colui che è considerato il padre del value investing – non accettò la sua candidatura e lo rifiutò come collaboratore.

 

Anche i primi investimenti furono fallimentari, tanto che perse il 25% dell’intero suo patrimonio investendo in una stazione di servizio.

Malgrado questo Warren non si è perso d’animo, ha continuato a lavorare duro e con grande disciplina ha seguito lo stesso processo di investimento per decenni.

 

Per lui la chiave di tutto è avere la  pazienza di aspettare il momento giusto. Non bisogna avere fretta di entrare in posizione  ma bisogna aspettare le occasioni che il mercato a volte ci offre e, come rivelano le sue performance, queste occasioni non mancano di certo.

 

Lezione N° 2: Vai dritto per la tua strada

 

Un’altra delle chiavi del successo di Buffett è stata senza dubbio la sua capacità di andare avanti per la propria strada senza farsi condizionare dagli inciampi del percorso.

 

Durante la sua carriera l’oracolo di Omaha fatto centinaia di investimenti e naturalmente non tutti sono andati per il verso giusto. Questo però non lo ha mai fermato, lui non ha mai messo in discussione il suo metodo ed anzi ha saputo imparare dagli errori per continuare con ancora più determinazione.

 

La sua grande forza è stata quella di non aver mai avuto paura di tagliare una perdita, non si è intestardito nella speranza di poter salvare la faccia.

 

Quando si ha la certezza che un investimento si è rivelato sbagliato, l’unica cosa da fare è accettare la perdita ed andare avanti.

 

Questo è ciò che ha fatto anche quest’anno tagliando la sua posizione in una importante compagnia aerea e registrando una forte perdita.

 

Ecco perchè sorrido quando qualcuno sostiene che Buffett sia finito. Tagliare le perdite è sempre stato un suo punto di forza e non c’è nessuna ragione per pensare che abbia perso la bussola.

 

Lezione N° 3: Guardare al lungo termine

 

Buffett da sempre è un investitore di lungo termine. Quando entra in una azienda lo fa con la prospettiva di rimanerci più anni possibile e questo lo porta ad analizzare molto bene la situazione prima di legare il suo destino ad una azienda.

 

A volte le operazioni di breve termine possono apparire più vantaggiose e regalano performance in apparenza molto attraenti. Ma Buffett ha sempre saputo che il breve termine comporta rischi troppo alti. Nessuno può prevedere il mercato, magari puoi fare un grande guadagno in poco tempo, ma nel lungo periodo sarai comunque perdente.

 

Ed in questo sono perfettamente allineato con Warren: farti attrarre dalle sirene dei guadagni facili e veloci può essere un errore irreparabile per le tue finanze.

 

Lezione N° 4: Acquista solo quello che conosci

 

Durante le sue numerose interviste Buffett non manca mai di ribadire questo aspetto.

 

Bisogna investire solo in ciò che si conosce bene altrimenti si rischia di farsi veramente del male.

 

Questo punto però viene spesso frainteso, infatti non significa che bisogna stare alla larga da tutto quello che non si conosce, ma bensì che bisogna sforzarsi per capire come funziona un determinato business prima di investirci.

 

Un esempio che calza a pennello è quello dei titoli tecnologici.

 

Inizialmente Buffett, non essendo ferrato in materia, rimase alla larga da questo settore, perdendo, è il caso di dirlo, molte buone occasioni.

 

Però Warren non è rimasto fermo nella sua posizione, ma si è dato da fare per capirne il funzionamento tanto che ora il suo fondo Berkshire Hathaway è uno dei maggiori investitori di Apple.

 

Ecco perchè io cerco sempre di fare il massimo per aumentare l’educazione finanziaria delle persone.

 

La conoscenza, come dice Warren Buffett è alla base di ogni investimento di successo.

 

Va da sè che se vuoi aumentare la tua conoscenza del mondo degli investimenti nel mercato americano – che è da tutti considerato il mercato più profittevole al mondo – allora può essere un ottima quella di portarti a casa una copia gratuita del mio libro.

Clicca qui https://bit.ly/333LdvY per avere  una copia cartacea di “Battere il Benchmark – la prima Bibbia sugli investimenti nel mercato americano –

 

Al tuo successo!

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Attenzione all’India…

“L’India potrebbe superare il Regno Unito come quinto mercato azionario più grande del mondo entro il 2024”.  Sono queste le parole che arrivano direttamente da Goldman Sachs. L’India è da sempre uno tra i primi

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit