7 sorprendenti regole comuni tra un investitore e un giocatore di golf

Il mondo del golf professionistico è un mondo dorato.

Atleti come Tiger Woods, il nostro Molinari ed altri guadagnano milioni di euro.

Fanno i milioni colpendo semplicemente una pallina con una mazza.

Cosa c’è di più semplice?

In realtà colpire una pallina è cosa ben diversa dal mandarla in buca.

Tranquillo.

Non è mia intenzione scrivere un articolo sulle migliori tecniche da utilizzare nel green.

C’è però un nesso che accomuna le caratteristiche dei grandi golfisti con quelle dei grandi investitori e che voglio condividere con te.

Premetto che, nonostante questo, non significa per assonanza che i golfisti siano dei grandi investitori.

Anzi, ogni giorno i gossip ci raccontano di campioni milionari caduti in disgrazia finanziaria.

Eppure i golfisti avrebbero a disposizione 7 tecniche sorprendenti da utilizzare anche nel loro ruolo di investitori.

Hanno insite nelle loro corde tutto ciò che gli serve per far fruttare i 4 spicci che avanzano dopo essersi tolti tutte le soddisfazioni di questo mondo.

Infatti per diventare un giocatore professionista bisogna possedere delle caratteristiche che vanno ben oltre la semplice prestazione atletica.

Queste stesse caratteristiche definiscono anche un investitore di successo.

Tratti come la pazienza, la concentrazione, la perseveranza si possono applicare ad un investitore esperto e di successo.

Vediamo di cosa si tratta.

#1 Concentrati sul bersaglio

I giocatori di golf, fissano il loro sguardo su dove vogliono che arrivi la pallina.

Prima di colpirla, il loro sguardo è rivolto esattamente al punto in cui vogliono che si fermi.

Poi colpiscono.

Lo stesso vale quando devi scegliere un titolo su cui investire o stai costruendo il tuo portafoglio.

Avere chiaro l’obiettivo che vuoi raggiungere, ti aiuterà a mantenere la rotta.

Nonostante questa attenzione maniacale all’obiettivo, non significa che la pallina centra la buca al primo tentativo.

Così come i migliori giocatori possono sbagliare qualche colpo, anche negli investimenti ti capiterà di sbagliare.

Questo è assolutamente normale.

Avere chiara la meta ti aiuterà a mantenere la rotta e prendere la giusta decisione in ogni occasione.

Se un giocatore incappa in un brutto colpo e perde la pazienza, la sua gara è finita.

Quando pensi all’obiettivo che ti sei prefissato di raggiungere con il tuo investimento – potrebbe essere una integrazione pensionistica futura, un capitale per avviare l’attività dei figli, oppure semplicemente diventare ricco – non devi permettere a un cambio di rotta, di portarti fuori strada.

#2 Devi essere audace ma non spericolato

Cosa separa il coraggio dalla follia?

Dipende dalla situazione nella quale ti ritrovi.

Nella vita così come in un torneo di golf potresti ritrovarti in una situazione in cui devi soppesare con attenzione ogni decisione.

Sbagliare potrebbe compromettere il tuo futuro.

Oppure potresti essere nella condizione in cui anche prendendo una decisione errata hai la possibilità di porvi rimedio..

Nel golf se hai un enorme vantaggio sull’avversario puoi anche permetterti di azzardare un colpo ad occhi chiusi.

Difficilmente l’errore comprometterà la tua gara..

Negli investimenti è lo stesso.

Un 30enne che vuole costruirsi un patrimonio per lasciare il lavoro a 55 anni senza attendere l’età della pensione, può azzardare alcuni investimenti non adatti invece al 50enne con lo stesso obiettivo.

Anche commettendo un errore, il 30enne, ha il tempo necessario per recuperare.

Non è così per il 50enne. Ha davanti a sé solamente 5 anni e non può permettersi di sbagliare investimento.

#3 Scegli lo strumento giusto

Concentrarti sull’obiettivo non significa automaticamente raggiungerlo.

Lascia stare la legge dell’attrazione o altre trovate new-age.

Pensaci pensaci e diventerai ricco”… io c’ho provato ma dopo un po’ mi è toccato tornare a lavorare.

Qualsiasi obiettivo tu ti stia ponendo, sappi che dovrai attraversare non poche difficoltà per raggiungerlo.

I giocatori di golf hanno ben chiaro questo concetto.

Per questo nella loro sacca hanno una svariata scelta di mazze.

Ognuna adatta a sferrare il colpo giusto in ogni difficoltà.

Negli investimenti è lo stesso.

I mercati azionari ad esempio sono composti da settori diversi (tecnologico, farmaceutico, industriale, finanziario eccetera).

Ogni settore si comporta in modo diverso in relazione alle fasi del ciclo economico (recessione, espansione, rallentamento eccetera).

In ogni fase del ciclo economico devi utilizzare lo strumento più performante.

Conoscere il campo di gioco (ciclo economico) ti consentirà di scegliere lo strumento corretto.

#4 Gestisci le pressioni

I grandi giocatori di golf affrontano situazioni di pressione fortissime.

Anche i mercati finanziari attraversano ciclicamente dei periodi particolarmente turbolenti.

In quei momenti l’indecisione su cosa fare – vendo tutto, acquisto, mantengo in portafoglio – ti sottopone ad un forte stress emotivo.

Ciò che fa la differenza tra un investitore perdente ed uno vincente è la capacità di gestire le situazioni difficili.

Tutti con un minimo impegno e studio abbiamo le capacità per investire nei mercati finanziari.

Non tutti però reagiamo allo stesso modo di fronte alle oscillazioni dei mercati.

Imparare a gestire queste reazioni emotive, ti consentirà di raddoppiare le performance del portafoglio nel lungo periodo.

Ciò significa non farti prendere dal panico quando il mercato va contro le tue aspettative.

Devi attenerti al piano di lungo termine a meno che non siano intervenute situazioni che giustifichino le modifiche.

#5 Devi avere un buon caddy

Nel golf il caddy è la persona incaricata di portare la sacca con le mazze di un giocatore.

Nella realtà non si limita a questo

Il suo compito è anche fornire consigli sulla strategia di gioco da seguire, e dare supporto morale al giocatore.

Studia il percorso e conosce le trappole disseminate. Inoltre guarda il gioco da fuori e in alcuni momenti la sua lucidità di analisi è migliore di quella del giocatore.

Molti caddies hanno un ruolo fondamentale nelle vittorie dei grandi campioni.

Allo stesso modo negli investimenti è importante mantenere uno stretto rapporto con il tuo consigliere finanziario.

Nei momenti di massima turbolenza finanziaria, o quando cambiano i tuoi obiettivi, è importante avere un bravo consigliere che conosce il campo di gioco e ti consiglia sulla migliore mossa da azzardare.

#6 Devi essere sempre pronto ad affrontare i pericoli

Nessuno giocatore di golf vuole far atterrare la palla in una buca di sabbia.

Ma a volte succede.

La differenza con un giocatore mediocre la fa la sua capacità di non arrendersi.

Ha sempre una strategia per uscire dalla sabbia e riportare la palla sul green.

Quando il mercato insabbia il tuo investimento devi avere una strategia per uscirne.

Altrimenti, ancora una volta, rischi di farti assalire dal panico e rimanere inerme in balia del mercato stesso.

Ad esempio, dopo un’attenta analisi acquisti azioni di una società con ottimi bilanci e prospettive future.

Improvvisamente la società stessa annuncia un problema ad un prodotto.

Il prezzo crolla improvvisamente, il panico ti assale e perdi la tua lucidità.

In questo caso la tua capacità di adattarti, la tua disciplina e l’aiuto di un buon caddy (il tuo consigliere finanziario) ti saranno utilissimi e faranno tutta la differenza tra l’essere un investitore professionista o un dilettante.

#7 Non dimenticare di allenarti continuamente

Investire significa tenere costantemente sotto controllo i tuoi investimenti.

Personalmente non trascorre ora del giorno senza che io segua le società inserite nei miei due portafogli PascaProfit e PascaPremium.

Analizzo i bilanci, le prospettive future delle società, le trimestrali, i cicli economici eccetera.

Non significa che devi fare lo stesso. Ma devi metterci un minimo di impegno per capire le dinamiche dei mercati e imparare a gestirle.

Non devi diventare un pilota di formula 1… ma ti serve almeno la patente se vuoi guidare la tua auto.

Puoi sapere esattamente come si colpisce una pallina da golf.

Ma se non esci ogni giorno sul campo a colpirla non diventerai mai un buon giocatore.

Negli investimenti è lo stesso. Conoscere le regole del gioco non è sufficiente.

Devi investire, informarti, seguire i tuoi investimenti e imparare ad affrontare i momenti di difficoltà.

 


 

Seguimi anche sul gruppo Facebook “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2wzzIez

Acquista il mio libro “Battere il Benchmark” ==> https://bit.ly/2WvfCgd

 


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Attenzione all’India…

“L’India potrebbe superare il Regno Unito come quinto mercato azionario più grande del mondo entro il 2024”.  Sono queste le parole che arrivano direttamente da Goldman Sachs. L’India è da sempre uno tra i primi

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit