Analisi del titolo Checkpoint Software (CHKP)

La Check Point Software Technologies Ltd. è un’azienda israeliana produttrice di dispositivi di rete e software, specializzata in prodotti relativi alla sicurezza quali firewall e VPN.

I centri di sviluppo della Check Point sono dislocati in Israele ed in Bielorussia; ha uffici a Redwood City, California, e nell’area di Dallas. A causa della massiccia presenza della società negli Stati Uniti, la Check Point si autodefinisce società binazionale.

Check Point compete nell’industria degli AntiVirus contro Avira, F-Secure, Kaspersky, McAfee, Panda Security, Sophos e Symantec tra gli altri.

Check Point è uno dei principali player nel mercato della sicurezza informatica. I ricavi vengono generati dalla vendita di prodotti, licenze e abbonamenti per la sicurezza informatica per proteggere reti, ambienti cloud, endpoint e utenti mobile. Essenzialmente è una società di software trasformata da specialista di firewall a fornitore di sicurezza a livello aziendale.

La sicurezza è un problema sempre più complesso a causa della proliferazione dei dati, della rete basata su cloud e di una quantità crescente di endpoint remoti. Le minacce sono numerosi vettori di attacco e gli hacker malintenzionati possono essere team con formazione professionale o addirittura pagati per violare reti.

Con una vasta base di clienti di oltre 100.000 aziende e una rinomata leadership di prodotto per la tecnologia delle minacce attuali, ritengo che l’architettura di sicurezza consolidata di Check Point offra ampie opportunità di upsell e cross-selling poiché le aziende aumentano la loro dipendenza da prodotti basati su cloud e reti.

Sebbene mi aspetto più competitor nella sicurezza basata su cloud a causa della bassa barriera all’ingresso per la realizzazione di prodotti SaaS, ritengo che un grande vantaggio per Check Point sia la sua capacità di posizionarsi come elemento comune tra sicurezza in sede, cloud e remota.

La sua architettura Infinity Total Protection basata su un abbonamento offre tutti i prodotti Check Point con un pagamento annuale per utente. Questo concetto può aiutare a permeare il prodotto di Check Point in tutta l’organizzazione, poiché non ci sono costi aggiuntivi per l’utilizzo di più prodotti, il che crea, a mio avviso, costi di cambio più elevati e una migliore fidelizzazione dei clienti.

Prima di tutto spiego cos’è il fossato economico. 

Il termine “fossato economico” si riferisce a un vantaggio competitivo a lungo termine. Vantaggio competitivo è un attributo che consente all’azienda di superare i suoi competiror. Il termine si ispira al fossato che circondava i castelli medievali per proteggere gli oggetti di valore all’interno dagli invasori. Un’azienda con un fossato forte possiede un vantaggio competitivo che è sia forte che sostenibile.

A mio avviso Check Point ha sviluppato notevoli costi di commutazione che impediscono ai clienti di cambiare i fornitori di soluzioni di sicurezza informatica. E’ difficile fornirgli un fossato economico ampio a causa della competizione nel settore sempre più agguerrita. 

Prospettive

Mantengo la mia stima del valore equo per Check Point di $ 150.

La mia aspettativa che Check Point continui la sua forte crescita basata sugli abbonamenti guidando il fatturato quinquennale del 3%. Riteniamo che Check Point possa aumentare i suoi margini lordi fino al 90% nel 2020 poiché prevedo che i ricavi basati su abbonamento ad alto margine cresceranno a un ritmo più veloce rispetto ad altre offerte.

Mi aspetto che l’azienda continui a sostenere elevate spese di marketing (29% delle entrate nel 2025) e ricerca (13% delle vendite 2025) per conquistare opportunità nei mercati della sicurezza basati su cloud e di accesso remoto.

A lungo termine ritengo che il margine operativo si espanderà nuovamente verso il 50%, rispetto al 44% alla fine del 2020, poiché Check Point può ridurre alcune spese di marketing e ricerca e sviluppo a lungo termine dopo l’integrazione basata su abbonamento soluzioni nelle reti aziendali.

Check Point continuerà a vedere turbolenze a breve termine all’interno delle sue attività di prodotti e licenze mentre le aziende continuano la loro migrazione verso prodotti nuovi.

A lungo termine una crescita modesta arriverà dai cicli di aggiornamento della sicurezza informatica. 

L’azienda è uno degli attori più importanti nel settore della sicurezza informatica, con forti prospettive e un crescita annuale. 

I margini di CHKP difficilmente potrebbero essere migliori, con un ROE di circa il 25% e un margine di profitto che supera la soglia del 40%. Certo, se riesci a trovare un’azienda con margini eccezionali e una forte crescita dei ricavi, potrebbe essere migliore, in questo periodo, in questo settore ti auguro buona fortuna. 

La verità è che, oggi la crescita arriva senza profitto. Prendi CrowdStrike (CRWD) o Okta (OKTA), ad esempio, le più grandi società di sicurezza informatica sul mercato per capitalizzazione al momento: grande crescita (aumento delle vendite del 60% su base annua, in media) e margini in rosso (per Okta addirittura in rosso intenso).

Penso che l’aggiunta di un componente tecnologico sia una scelta intelligente in un portafoglio a lungo termine. Il problema è che, al momento, il mercato tecnologico è in una sorta di bolla. Pertanto, è difficile trovare buone aziende a prezzi ragionevoli, anche se esistono sempre delle eccezioni.

Check Point Software è ora una valida opzione per ottenere un’esposizione a un mercato con prospettive altissime, come la sicurezza informatica: per lo meno, l’azienda è abbastanza valutata, mentre tutti i suoi competitor hanno attualmente valutazioni piuttosto elevate.

Ad essere onesti, un titolo buy-and-hold- richiederebbe un forte vantaggio competitivo, quello che Warren Buffett chiamerebbe fossato, e personalmente non riesco a vederlo in CHKP.

Tuttavia, un fossato ben consolidato e durevole è un miraggio nell’area tecnologica ed è per questo che una combinazione di buoni margini e un bilancio solido come una roccia è la prossima cosa migliore in questo campo.

La sicurezza informatica è un settore entusiasmante, che probabilmente trarrà vantaggio dai cambiamenti nelle abitudini delle persone dopo il Covid e dalla necessità di una società sempre più connessa.

Negli anni a venire, il mondo continuerà ad aumentare la sua dipendenza dalle interazioni online, dai prodotti basati su cloud e dall’IoT. Inutile dire che tutto ciò aprirà la strada a un’ondata senza precedenti di minacce e attacchi informatici.

Check Point Software è uno dei player più affidabili del settore e possiede tutte le qualità per essere considerato uno titolo di valore. Questa è un’eccezione, non la norma per un’azienda di sicurezza informatica.

La mentalità proprietaria di CHKP è azzeccata, con il top management che detiene quote significative della società e la costante attività di riacquisto consentirà alle azioni proprie di superare presto il numero di azioni ordinarie.

L’ossessione del mercato per una forte crescita sta penalizzando la ricerca di valore e redditività, come ha dimostrato il recente calo del prezzo del 15% dei guadagni per CHKP.

Alla fine, questo titolo è diventato ancora più attraente per gli investitori orientati al lungo termine

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma

 


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Mercati: Facciamo il punto

L’Economia è piena di dati ed ogni settimana viene caratterizzata, in particolare, da uno di questi. Una ottava è la volta del dato sulla produzione industriale, l’altra sulla disoccupazione e via dicendo. La scorsa settimana

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit