Banche, arrivano le trimestrali

Le banche, spesso odiate dai risparmiatori ma comunque indispensabili…

Il settore bancario è asse portante dell’economia di tutto il pianeta, ecco perché è bene fare il punto della situazione.

Cosa aspettarsi da questa tornata di trimestrali e soprattutto quali sono gli sviluppi futuri del settore?

Due domande alle quali è utile rispondere.

Iniziamo col dire che JPMorgan Chase (JPM) sarà la prima delle grandi banche a mostrare i suoi conti, nella giornata di mercoledì mercoledì. Il giorno dopo sarà invece la volta di Bank of America (BAC), Citigroup (C), Morgan Stanley (MS) e Wells Fargo (WFC). Goldman Sachs (GS) chiuderà la settimana pubblicando venerdì.

Come vedi c’è un parterre molto interessante…

Fino ad oggi il settore è volato, sopraperformando nettamente l’S&P 500 mettendo a segno un +31% da inizio anno veramente notevole.

Quel che è stato però conta poco, molto meglio puntare l’attenzione su quel che sarà, ovviamente senza fare previsioni -non è il nostro mestiere- ma semplicemente cercando di capire i futuri scenari possibili.

Non v’è dubbio che il sistema bancario abbia goduto di condizioni irripetibili, quindi gli ottimi utili conseguiti sono frutto più di operazioni straordinarie effettuate grazie agli aiuti statali che non nella normale attività bancaria.

Queste condizioni favorevoli non possono durare in eterno ed è quindi importante che le banche tornino a fare utili facendo la loro attività primaria che è quella di prestare denaro.

Per far questo il sistema bancario avrà bisogno di due cose: un irrigidimento della curva dei tassi e un’economia che ritorna a salire.

Infatti con i tassi così bassi per le banche fare utili nella loro attività core diventa quasi proibitivo, ma non basta certo un rialzo dei tassi per risolvere il problema, serve anche che l’economia tiri e che imprese e consumatori ritornino ad indebitarsi ai livelli prepandemici.

Entrambe le cose non sono scontate, infatti la FED non mostra eccessiva fretta nel chiudere il rubinetto della liquidità andando a toccare i tassi di interesse e al contempo l’economia è ancora minacciata da un Covid che nella sua variante delta continua a creare problemi evidenti.

Storicamente il terzo trimestre è il peggiore per le banche, in ogni caso secondo gli analisti gli utili del terzo trimestre dovrebbero aumentare di circa il 20% anno su anno.

Tuttavia, più dei risultati che verranno pubblicati c’è da scommettere che il mercato farà molta attenzione sulle previsioni degli utili futuri espressa dalla banche stesse.

È molto probabile che sarà lì che si giocherà la partita.

In ogni caso qualche spiraglio di fiducia per l’intero settore c’è. Infatti uno degli indicatori che maggiormente misura la salute del settore è il reddito netto di interesse, ovvero la differenza tra l’interesse guadagnato sulle attività e quello pagato sui prestiti.

Con i tassi di interesse così bassi questo indicatore ne ha risentito parecchio ma secondo gli analisti di Deutsche Bank e Goldman Sachs siamo vicini ad un punto di inversione.

Se i tassi salissero di 100 punti base, il margine di interesse potrebbe aumentare del 13% nel primo anno dopo il rialzo e del 18% nel secondo anno.

Il problema è che secondo gli analisti di Goldman Sachs i prezzi delle sette maggiori banche scontano già gran parte di questo scenario.

Quindi ci vorrà un aumento sensibile di questo Net interest income per scaldare i mercati.

Per concludere mi aspetto un momento di stallo per il settore bancario, ma questo non vuol certo dire che tutti i titoli bancari subiranno delle battute d’arresto.

Come dico sempre quello che fa la differenza è sempre l’analisi del singolo titolo anche se l’analisi del settore, ovviamente non può essere ignorata.

Se vuoi sapere il protocollo in 5 passi che uso prima di decidere se è il caso di mettere un titolo in portafoglio ti consiglio di leggere il mio ultimo libro “Dove metto i miei soldi”

Tra l’altro, per tutto ottobre, essendo il mese dell’educazione finanziaria il libro è in offerta con il 40% di sconto.

Clicca qui per avere la tua copia

 

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

 

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit