Come chiuderà a fine anno il mercato azionario americano?

Mettiamo subito in chiaro una cosa, visto che non mi va di creare false aspettative.

Io non ho la più pallida idea di cosa farà il mercato nei prossimi quattro mesi, come non ne ha la più pallida idea ogni persona onesta. Chi ti da la certezza di sapere cosa accadrà domani sul mercato a mio avviso è da evitare accuratamente.

Quindi se da questo articolo ti aspetti di conoscere il futuro temo che rimarrai deluso, se invece vuoi sapere cosa dicono i numeri e le statistiche bè allora continua a leggere perchè ti mostrerò qualche dato interessante.

Partiamo dai dati economici. Su questo frangente le cose sembrano andare molto bene, i dati continuano ad essere positivi ed il mercato sembra gradire. Oggi usciranno i famosi Non farm payroll, ovvero le buste paga del settore non agricolo, cioè il dato che più di ogni altro fotografa la salute del mercato del lavoro negli Stati Uniti, quindi capiremo ancora meglio com’è la situazione.

In ogni caso ieri abbiamo avuto un significativo assaggio grazie ad alcuni dati sul lavoro e ai nuovi dati sulla bilancia commerciale che sono stati graditi dai listini.

Il Dow Jones Industrial Average è aumentato dello 0,2% e l’S&P 500 ha guadagnato lo 0,1%, riprendendo la strada verso un nuovo massimo record.

L’S&P 500 è aumentato del 20% quest’anno, in rialzo del 40% rispetto al minimo a 52 settimane dello scorso settembre, e dal novembre scorso non ha mai visto un ritracciamento superiore al 5%.

Ad agosto l’S&P 500 ha messo a segno il settimo mese di rialzo consecutivo, facendo registrare la serie di rialzi mensili più lunghi dal 2018.

Da gennaio ad oggi l’indice ha stabilito ben 53 massimi record.

Insomma numeri che lasciano poco spazio a dubbi. Il mercato è in salute.

Sembrerebbe una situazione perfetta, ma come ben sai se hai letto il mio libro “Dove Metto I miei soldi”, il famoso Marketing di Wall Street, non vuole che le persone stiano tranquille, altrimenti non c’è modo di guadagnarci sopra dei soldi.

Infatti a Wall Street non va bene che le persone tengano troppo un titolo perchè se fanno pochi movimenti faranno anche pochi errori, mentre Wall Street vive sugli errori di noi poveri risparmiatori.

È per questo che cerca in ogni modo di spaventarci per cercare di farci vendere quando invece è il momento di comprare.

Gli esempi sono evidenti, soprattutto quando le cose vanno male. Se noti appena il mercato ritraccia escono subito titoloni a 9 colonne: BRUCIATI UN SACCO DI MILIARDI A WALL STREET.

Credimi il mercato non è un enorme forno intento a bruciare miliardi, il mercato è volatile perché è nella sua natura, ma non brucia nulla, puoi stare tranquillo.

Questa pressione psicologica serve solo a farci fare tante operazioni, perché più operiamo e più le probabilità di commettere un errore aumentano.

Se uno entra ed esce continuamente dal mercato, Wall Street festeggia e si sfrega le mani per tutti i soldi che guadagna, se uno tiene un titolo 10 anni Wall Street si innervosisce e pensa: questo è troppo intelligente, meglio cercare un’altro pollo da spennare.

Ovviamente sto banalizzando, ma sotto sotto i meccanismi sono proprio questi.

Basta guardare i titoli dei giornali quando le cose vanno male.

Ma la cosa buffa è che spesso si inventano qualcosa per preoccupare le persone anche quando le cose vanno bene.

Questa volta a lavorare di fantasia ci ha pensato il Wall Street Journal che ha vaticinato che negli ultimi 4 mesi dell’anno è probabile ci sia un ribasso.

Infatti, secondo il WSJ, riportando le statistiche di Dow Jones Market Data ci fa sapere che, negli anni in cui l’S&P 500 è aumentato di almeno il 20% fino ad agosto, l’indice ha poi registrato un calo medio del 2% per il resto dell’anno.

Insomma anche se tutto va a gonfie vele i giornali hanno trovato il modo per mostrare una nuvola all’orizzonte.

Che sia chiaro, io non metto certo in dubbio che questa statistica sia vera, come ritengo assolutamente possibile che il mercato abbia un ritracciamento da qui alla fine dell’anno.

Come ho ripetuto fino alla nausea il mio mestiere non è quello di prevedere il mercato ma è quello di analizzarlo.

Tuttavia l’unica cosa di cui sono certo, visto che è stata provata in mille modi diversi analizzando le serie storiche passate, è che sarebbe un grave errore uscire dal mercato perché si teme che il mercato stesso abbia qualche mese di ribasso.

O ancor peggio pensare di aspettare ad investire perché il mercato è salito molto e quindi è bene aspettare che scenda prima di entrare.

Fare market timing è il modo migliore per perdere soldi, su questo, come ti ho appena detto, non ci sono dubbi.

Wall Street non aspetta altro che questo.

Ma permettimi di dirti che seguire e farsi influenzare dall’andamento dell’indice, non è un modo intelligente di investire.

All’interno dell’S&P500 ci sono le 500 aziende più capitalizzate degli Stati Uniti e il risultato del suo andamento, altro non è che la media dei loro rendimenti.

Ecco perché anche se nei prossimi quattro mesi l’indice dovesse rintracciare, ti assicuro che le aziende in rampa di lancio non mancheranno.

E costruire un portafoglio armonico è la prima cosa da fare per non cadere vittima del marketing di Wall Street.

In questo modo, oltre che ad ottenere rendimenti nettamente migliori, riuscirai a spazzare via quei maledetti errori dettati dall’istinto emotivo.

Ma cosa significa costruire un portafoglio armonico?

Un portafoglio è armonico quando in esso sono presenti le giuste azioni in grado di ottenere gli obiettivi finanziari che ti sei prefissato,

…è un portafoglio in linea con le tue aspettative e che rispetti il tuo profilo di rischio.

…un portafoglio nel quale è bene capire se ci sono azioni che vanno vendute, oppure azioni in rosso che comunque prospettano bene per il futuro.

Non mi stancherò mai di ripeterlo, per investire con successo servono competenze, altrimenti Wall Street è pronta a sbranarti.

So che acquisirle non è facile, ma…

…proprio per questo ho deciso di mettere a disposizione la mia squadra di analisti per capire insieme a te come realizzare un portafoglio armonico.

Questo è il consiglio migliore che sento di dare a chiunque, sia a chi parte da zero, sia a chi possiede già un portafoglio.

Per creare anche tu un portafoglio armonico che ti dia soddisfazioni nel lungo periodo e che ti metta al riparo dal temibile marketing di Wall Street, manda un messaggio al 392 51 86 777.

Un mio collega ti richiamerà e senza impegno valuterà insieme a te, quale tra le eventuali soluzioni, è la più adatta alle tue esigenze.

Al tuo successo

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit