Cosa succederà sui mercati quando la FED smetterà di comprare obbligazioni?

Nella diretta di ieri abbiamo messo veramente tanta carne al fuoco. Ogni giovedì le persone che mi seguono aumentano e le domande sono sempre molto pertinenti, questo per me è una soddisfazione enorme.

Questo mi fa capire che il mio costante lavoro di divulgazione sta iniziando a dare i suoi frutti e tutto ciò mi da ancora più energia.

A proposito, se per caso non sei riuscito a vedere la diretta puoi farlo ora cliccando qui.

Nel PascaDaily di oggi vorrei riprendere uno degli argomenti di ieri, credimi è talmente importante che val la pena tornarci sopra.

Basta aprire qualsiasi quotidiano economico per leggere ogni due pagine la parola TAPERING. Come la solito si cerca di confondere le acque usando paroloni difficili ma in realtà il Tapering non è altro che la riduzione di acquisto di obbligazioni statali, i famosi Tbond, da parte della Federal Reserve, ovvero la banca centrale statunitense.

Perchè la FED acquista obbligazioni? Bè semplice, per sostenere l’economia, infatti acquistando debito pubblico finanzia lo Stato che a sua volta attraverso la politica fiscale sostiene l’economia.

Attualmente ogni mese la Fed acquista la bellezza di 80 miliardi di dollari di obbligazioni, una cifra enorme, che secondo molti economisti sta drogando il mercato.

Certo noi abbiamo usufruito di questa “droga”, infatti questa mole di acquisto della FED ha fatto sì che gli interessi delle obbligazioni siano rimasti bassi e per la famose legge dei vasi comunicanti, quando le obbligazioni non offrono rendimenti interessanti il denaro si sposta sull’azionario, che infatti è salito come mai prima d’ora.

Ora però che i listini azionari sono sui massimi assoluti non è difficile trovare una cassandra che dica che il mercato crollerà, se dai uno sguardo ad internet puoi scoprire che ogni giorno qualcuno si esibisce in questo tipo di previsioni. Peccato però che sapere quando il crollo del mercato avverrà è quasi impossibile.

Ci sono economisti che hanno iniziato a predirre catastrofi già nel 2012. Secondo questi veggenti eravamo già in una bolla 9 anni fa, infatti secondo le loro previsioni, la FED non avrebbe mai potuto continuare ad immettere tutta questa liquidità e appena l’appoggio sarebbe diminuito i mercati sarebbero crollati.

La realtà, come sappiamo tutti, è stata ben diversa e chi ha seguito i consigli di questi maestri di sventura uscendo dal mercato ora si lecca le ferite.

La cosa incredibile è che quando poi i mercati crolleranno davvero -e prima o poi dovrà succedere- gli autori di queste previsioni avranno anche il coraggio di dire che loro erano anni che lo sapevano.

Ma lasciamo stare chi cerca inutilmente di prevedere i mercati e cerchiamo invece di concentrarci su di una cosa concreta, ovvero sullo scenario che si verificherà una volta che la FED, come sembra ormai probabile, inizierà il Tapering.

Innanzitutto non ci sarà nessun crollo. Spesso parlando con le persone mi accorgo che in molti pensano che una volta che la FED inizierà a chiudere i rubinetti il mercato verrà giù a piombo. Scordatelo, non funziona così.

Il meccanismo che si innescherà, molto probabilmente, porterà i mercati a ritracciare ma questo avverrà gradualmente, e comunque non devi assolutamente uscire dal mercato.

Come ho ripetuto fino allo sfinimento fare Market Timing -quindi cercare di uscire ed entrare continuamente dal mercato- è la scelta peggiore che tu possa fare.

Detto questo arriviamo finalmente al dunque, ovvero capire il perchè se la FED smette di acquistare obbligazioni questo porterà ad un calo dei listini azionari.

Come abbiamo visto il pesante acquisto di obbligazioni sta tenendo bassi i rendimenti, quindi gli investitori ora se vogliono battere l’inflazione e quindi preservare il proprio potere di acquisto, sono costretti a comprare azioni. Va da sé che i prezzi delle azioni salgono.

Ma nel momento in cui la FED smette di acquistare viene meno la domanda di obbligazioni, e perciò il prezzo scende. Come ormai sappiamo molto bene, quando parliamo di obbligazioni se il prezzo scende il rendimento sale.

Perciò man mano che la FED chiuderà i rubinetti vedremo salire il rendimento delle obbligazioni e quindi, sempre per i famosi vasi comunicanti, è normale che parte del denaro degli investitori si sposterà dal mercato azionario al mercato obbligazionario.

Infatti gli investitori potendo trovare buoni rendimenti ad un rischio più basso è normale che venderanno azioni per comprare obbligazioni.

Ma la domanda è, quale tipo di azioni venderanno?

Molto probabilmente venderanno le azioni Growth, ovvero quel tipo di aziende volte alla crescita che sono più rischiose e non distribuiscono dividendi. Infatti quando le cose vanno bene, visto che il mercato azionario è forte gli investitori sono più propensi a rischiare -si dice infatti che sul mercato c’è appetito al rischio- e quindi le azioni Growth normalmente sovraperforamano le value.

Viceversa, man mano che i rendimenti delle obbligazioni crescono e i listini azionari scendono si creano le cosiddette opportunità sul mercato, ovvero aziende value che si possono comprare a buoni prezzi e che sono favorite perché hanno business solidi e distribuiscono dividendi maggiori sia dell’inflazione che delle obbligazioni.

Ecco perché verosimilmente il mercato delle utility sarà uno di quelli che soffrirà meno.
C’è tutta una categoria di azioni definite della “vecchia economia” che continueranno a distribuire dividendi e si preoccuperanno di fare in modo che i loro dividendi siano sempre superiori all’inflazione, attirando così compratori.

Come vedi, quello che devi fare non è uscire dal mercato, ma piano piano ruotare il tuo portafoglio per adattarsi alla nuova situazione.

Non so dirti quando, ma sicuramente prima o poi ci sarà uno storno del mercato, ma questo non va visto come uno spauracchio, anzi sarà una opportunità di far fruttare ancor meglio i nostri soldi, potendo acquistare ottime aziende in saldo.

Credimi, la FED non permetterà mai che ci sia un crollo così pesante da tenere i mercati negativi per anni, che è l’unica paura che dovremmo avere.

Se tu hai una visione di lungo periodo e imposti il portafoglio in modo corretto non hai nulla da temere, i mercati azionari, sono e saranno sempre il luogo dove i tuoi soldi renderanno di più.

Se poi ti serve una mano per scegliere bene le azioni su cui investire, sai bene che entrando nella famiglia PascaProfit potrai avvalerti di tutto il mio staff.

Manda un messaggio al 392 51 86 777 per capire senza impegno come funziona

Per questa settimana è tutto, ci sentiamo lunedì.

Al tuo successo,

Giuseppe

 

 

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit