Ecco il titolo di questa settimana

Caro amico investitore,

Siamo arrivati come ogni settimana, al momento del titolo della settimana.

Ho ricevuto commenti molto positivi su questa rubrica, quindi mi sono spinto questa volta a fare una analisi un po’ più approfondita del solito.

Non ti spaventare, non c’è nulla di tecnico, e comunque se qualcosa non ti è chiaro scrivimi qui sotto nei commenti e ti risponderò con piacere.

Prima di partire lasciami solo ricordare che non devi prendere questo come un consiglio di acquisto ma come uno spunto di crescita.

Non ho comprato questo titolo e quindi non sto nemmeno consigliando a te di farlo, tuttavia lo reputo interessante e penso che scambiare qualche considerazione approfondita sul perchè il titolo è interessante credo ti possa far crescere come investitore.

Come sai creare degli investitori consapevoli è il mio grande perchè…

Ma non divaghiamo, oggi è il giorno del titolo della settimana, quindi entriamo nel vivo.

Il titolo che ho scelto è: Vertex Pharma (VRTX) 

Vertex Pharmaceuticals (VRTX ) è un’azienda biofarmaceutica che attualmente produce trattamenti per la fibrosi cistica. La malattia è una malattia genetica che colpisce principalmente i polmoni, causando ai pazienti difficoltà di respirazione e frequenti infezioni a causa dell’accumulo di muco. Si sono anche avventurati nello sviluppo di trattamenti per altre malattie rare come l’anemia falciforme.

A ottobre, la notizia della sospensione di VRTX di un farmaco candidato per una certa malattia del fegato ha spaventato gli investitori, il che alla fine ha portato a una grande discesa. In una singola sessione, il prezzo di VRTX è sceso di oltre il 20%, rappresentando le preoccupazioni del potenziale di investimento di VRTX concentrato solo sui trattamenti per la fibrosi cistica. Mesi dopo questa notizia, VRTX è salito lentamente, ma non è ancora vicino al suo livello di prezzo originale. 

Nonostante ciò, sostengo che il mercato abbia reagito in modo eccessivo a questa notizia del fallimento di un prodotto in pipeline, perché il loro portafoglio principale per la fibrosi cistica rimane forte. Con i brevetti sui farmaci che non scadono fino al 2037, oltre alla designazione di farmaco orfano, VRTX è quasi garantito per essere redditizio a medio termine. Inoltre, anche senza valutare l’opportunità di mercato dalla loro pipeline, una valutazione combinata rivela che sono ancora sottovalutati.

Una volta Vertex era nota per aver scoperto Incivek, un farmaco di successo contro l’epatite C ora oscurato dal robusto franchise contro la fibrosi cistica sempre di Vertex. I trattamenti approvati Kalydeco, Orkambi, Symdeko e Trikafta renderanno Vertex idoneo a trattare circa il 90% della popolazione affetta da questa grave malattia, approvato dall’associazione internazionale dei pediatra. Mi aspetto che Vertex mantenga la sua posizione dominante nel trattamento della fibrosi cistica, data la forte efficacia delle sue terapie, i lunghi brevetti e la mancanza di concorrenza, sviluppando al contempo candidati a pipeline (linea di prodotti) in altre rare indicazioni per stimolare la crescita.

La fibrosi cistica è un’indicazione rara caratterizzata da un declino progressivo e mortale della funzione polmonare, che colpisce circa 75.000 persone in tutto il mondo. Dal suo lancio nel 2012, Kalydeco ha raggiunto la maggior parte dei pazienti ed è diventata la spina dorsale delle terapie combinate, tra cui Orkambi, Symdeko e Trikafta.

Ritengo che l’approccio globale di Vertex abbia già plasmato il trattamento della fibrosi cistica e fatto guadagnare all’azienda una posizione dominante in questo mercato a livello mondiale.

La natura cronica della terapia e la concorrenza limitata all’orizzonte aumentano l’attrattiva del mercato. Date queste dinamiche di mercato positive, ritengo che il programma di Vertex potrebbe crescere fino a oltre 10 miliardi entro i prossimi 3 anni. 

Vertex non tratta solo fibrosi cistica ed epatite C, la sua linea di prodotti si spinge verso malattie malattie rare, tra cui la talassemia e l’anemia falciforme, la malattia renale mediata e altre.

Valutazione

Utilizzando il mio metodo valutativo oltre a un’analisi DCF (vista ieri in diretta), ho stimato che il valore equo dell’azienda sia compreso tra $ 325 e $ 350, rappresentando un potenziale rialzo del 44-55%.

Ho ipotizzato un tasso di crescita terminale del 2% in linea dopo il 2025 con il tasso di inflazione a lungo termine, assumendo che non vi sia ulteriore crescita del flusso di cassa dalla sua attuale formazione di fibrosi cistica oltre agli aumenti nominali dall’inflazione. Quindi sono stato pessimista.

Ho fatto un’analisi incrociata con altre aziende biotech, la maggior parte di queste sono state selezionate per le somiglianze che hanno con VRTX in termini di capitalizzazione di mercato e per il fatto che sono nel settore delle biotecnologie con un numero simile di prodotti nella loro pipeline.

L’alternativa all’investimento in ricerca e sviluppo per scoprire nuovi trattamenti è semplicemente sovvenzionare il costo dei trattamenti per ogni paziente nel mondo con la malattia che stanno cercando di affrontare. Di conseguenza, l’importo massimo che VRTX investirà durante il periodo di ricerca e sviluppo è equivalente al costo totale scontato stimato del trattamento nell’arco della vita per ogni paziente per ciascuna malattia, in base a quale sarebbe il trattamento attuale efficace.

Ho tenuto conto anche di alcuni parametri che nell’ambiente pharma sono importanti, come per esempio il ROI* (in media ottimo se supera il 20% – VRTX è 26%)

Il ritorno sull’investimento (ROI) è una misura delle prestazioni utilizzata per valutare l’efficienza o la redditività di un investimento o per confrontare l’efficienza di un numero di investimenti diversi. Il ROI cerca di misurare direttamente l’ammontare del ritorno su un particolare investimento, rispetto al costo dell’investimento. Nel caso pharma, il ROI mi indica quando guadagna l’azienda in percentuale su un prodotto rispetto a quanto è costato produrlo.

e il LT Debt/Equity* (ottimo in media sotto lo 0.5 – VRTX è 0.06)

Il rapporto debito / capitale proprio (D/E) è calcolato dividendo le passività totali di una società per il suo patrimonio netto. Questi numeri sono disponibili sul bilancio del bilancio di una società.

Il rapporto viene utilizzato per valutare la leva finanziaria di un’azienda. Il rapporto D/E è una metrica importante utilizzata nella finanza aziendale. È una misura del grado in cui una società finanzia le proprie operazioni tramite debito rispetto a fondi interamente posseduti. Più specificamente, riflette la capacità del patrimonio netto di coprire tutti i debiti in essere in caso di flessione dell’attività. Più si avvicina allo 0, maggiore è la sua capacità di gestire il debito. 

Fattori di rischio

Sebbene VRTX abbia attualmente una roccaforte nel mercato del trattamento della fibrosi cistica, potrebbe esserci un rischio competitivo significativo da parte di altre aziende che possono sviluppare trattamenti equivalenti o migliori.

Tuttavia, ritengo che il fattore di rischio sia relativamente basso a causa della loro esperienza e conoscenza del campo della fibrosi cistica.

L’andamento dei prezzi di VRTX potrebbe dipendere in gran parte dai risultati della sua ricerca sulla pipeline e meno dal potenziale di guadagno della sua attuale pipeline perché la maggior parte degli investitori ha già preso in considerazione qualitativamente il potenziale di guadagno dai trattamenti per la fibrosi cistica.

Tuttavia, il suo slancio è attualmente in una tendenza al rialzo e potrebbe segnalare un possibile ritorno alla normalità mentre gli investitori si riprendono dalle tristi notizie di pochi mesi fa.

Pensieri finali

Nel complesso, sono estremamente ottimista sulle prospettive per VRTX grazie del suo forte portafoglio di prodotti che può portare il suo valore oltre i 300 dollari senza nemmeno prezzare il valore della pipeline. Tuttavia, investire in VRTX significa anche riconoscere il rischio che il suo prezzo possa essere soggetto a un’ulteriore reazione eccessiva del mercato al progresso della pipeline caratteristico delle aziende farmaceutiche.

Nonostante ciò, sono fiducioso che sia solo una questione di tempo prima che VRTX torni al suo valore intrinseco, rappresentando un’ottima opportunità di investimento che capitalizza i mercati irrazionali.

Questa settimana sono stato un po’ più tecnico, ma mi raccomando, se qualcosa non ti è chiaro fammi pure delle domande nei commenti.

A me non resta che salutarti e ricordarti che questo non è tra i titoli che ho deciso di acquistare, se vuoi sapere i miei nuovi acquisti non devi fare altro che mandare un WhatsApp al numero 392 5186777, ed un mio collega ti richiamerà, senza alcun impegno da parte tua, per spiegarti, passo passo, come anche tu puoi iniziare a replicare i miei portafogli ed ottenere i miei stessi risultati.

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma

 


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit