Editoriale Pascarella – Gli investitori devono stare attenti: i politici decidono ora, non le banche centrali

La Federal Reserve ha annunciato i risultati del suo tanto atteso incontro. Per farla breve, ha fatto quello che voleva il mercato. Non ha abbassato i tassi di interesse, ma ha indicato che si aspetta di tagliarli almeno due volte quest’anno.

Nel complesso, ha mantenuto il mercato felice. Ha zittito gli investitori facendogli credere che la banca centrale sia pronta a tutto. Ma la pressione è ancora forte sulla testa del capo della Fed Jerome Powell. Donald Trump sta scaldando l’ambiente, dirigendo i suoi “cinguettii” contro la FED.

Nel 2010, il ministro delle finanze del Brasile, Guido Mantega, ha parlato delle guerre valutarie, riferendosi ai round di quantitative easing (QE) che si sono svolti in tutto il mondo. L’idea era che la politica monetaria più sciolta fosse, in effetti, un approccio da “mendicante”.

La tua valuta si indebolisce, quindi i tuoi prodotti diventano meno costosi rispetto a quelli di altri paesi, e di conseguenza benefici a spese di altre nazioni in tutto il mondo. Fu vista come una versione moderna della guerra tariffaria – una ripetizione della spirale protezionistica che abbiamo visto dopo la Grande Depressione.

Tuttavia, nel com…


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Mercati: Facciamo il punto

L’Economia è piena di dati ed ogni settimana viene caratterizzata, in particolare, da uno di questi. Una ottava è la volta del dato sulla produzione industriale, l’altra sulla disoccupazione e via dicendo. La scorsa settimana

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit