Editoriale Pascarella: Il crash di questi giorni non è come la bolla delle DotCom

Se ti è capitato di dare un occhio al mercato azionario durante la settimana prima del Labor Day (lunedì 7 settembre), allora probabilmente avrai notato il forte calo del 3 settembre e quello dell’8 Settembre. Il Dow Jones è sceso di oltre 1500 punti mentre il Nasdaq ha perso quasi il 10% in tre giorni. 

Come di solito accade nei grandi momenti di crisi, molti investitori si sono lasciati prendere dal panico. I marketer di Wall Street hanno speculato selvaggiamente sul fatto che il grande rimbalzo delle azioni dopo il fulmineo mercato ribassista di febbraio e marzo fosse finalmente giunto al termine. I titoli tecnologici preferiti sono stati martellati ancora più duramente portando alla memoria la bolla delle dot-com nei primi anni 2000*.

*Dalla fine degli anni novanta la capitalizzazione dei mercati dei paesi più industrializzati vide un rapido aumento del valore delle aziende attive nell’ambito di Internet e nei relativi settori e più in gene…


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit