Facciamo il punto sulla corsa ai vaccini

Il Covid-19, purtroppo, non molla la presa. In Europa stiamo molto lentamente uscendo dalla seconda ondata, mentre negli Stati uniti il virus è già arrivato a contagiare 13 milioni di persone e purtroppo 250.000 non ce l’hanno fatta.

Ieri ho scritto un post sul fatto che il vaccino riporterà la situazione alla normalità e che, secondo me, è bene essere ottimisti, perciò oggi voglio fare il punto sulla cosiddetta corsa al vaccino.

Faccio solo un piccolo inciso sul post di ieri, visto che mi è arrivato un messaggio che mi ha stupito molto. Il messaggio mi accusava che puntare su di una pronta ripresa era come giocare d’azzardo.

Nulla di più lontano dalla realtà, io non ho scritto quel post per invitare le persone a speculare sul fatto che a breve ci sarà una esplosione dell’economia dovuta alla scomparsa del covid-19.

Speculare non è un termine che mi appartiene e mai inviterò le persone a farlo.

Io penso che speculare equivalga ad andare al casinò, solo che al casinò ci si diverte di più.

Quindi lungi da me voler far passare il messaggio che è ora di cercare rendimenti a brevissimo termine.

Quello che invece volevo dire è che non bisogna farsi prendere dal panico, vedo tanta negatività in giro che spinge le persone ad uscire dal mercato azionario…

E questo è un errore!

Quello che serve è avere il giusto orizzonte temporale, se il tempo davanti a te è sufficientemente ampio essere investiti è l’unica cosa che garantisce un rendimento nel lungo periodo.

Fare gli indovini, cercando di entrare ed uscire in base a quello che pensiamo farà il mercato domani porta solo a perdere soldi.

Non mi dilungo oltre e ritorno sui vaccini, ma ci tenevo a dirlo.

Tornando quindi alla corsa al vaccino, sembra che siamo ormai arrivati in dirittura di arrivo.

Pfizer (PFE) sta già effettuando consegne aeree del vaccino che ha sviluppato con BioNTech (BNTX), quindi le iniezioni potranno  iniziare immediatamente, nel caso in cui nella una riunione del 10 dicembre la U.S. Food and Drug Administration darà il suo via libera.

Sembra quindi che Pfizer sarà la prima ad iniziare la somministrazione, ma anche Moderna (MRNA) non è affatto lontana dall’obiettivo.

Infatti dopo gli ottimi risultati conseguiti dalla sperimentazione anche il vaccino di Moderna dovrebbe ricevere il via libera nella riunione consultiva della FDA prevista per il 17 dicembre, visto che la casa farmaceutica ha fatto sapere di aver già presentato la domanda.

I produttori di vaccini dicono che saranno in grado di fornire 70 milioni di dosi prima della fine dell’anno: 50 milioni dalla Pfizer e 20 milioni dalla Moderna.

Entrambi i protocolli richiedono la somministrazione di due vaccini per persona, quindi sufficienti per 35 milioni di persone. 

Sarebbe un primo importantissimo passo nella lotta al covid, anche se la battaglia è lunga visto che, per raggiungere la cosiddetta immunità di gregge, solo negli Stati Uniti devono essere vaccinati più di 250 milioni di adulti.

Questo porterà anche ad una scelta a chi dovrà essere vaccinato per primo

I Centri federali per il controllo e la prevenzione delle malattie condurranno una riunione virtuale d’emergenza con i propri consulenti martedì per determinare l’assegnazione di queste dosi iniziali.

Il gruppo di lavoro discuterà anche i piani per monitorare la sicurezza dei vaccini Covid dopo le loro autorizzazioni di emergenza, ma non dovrebbero esserci problemi.

Ovviamente il mercato guarda con grande fermento all’evolversi di questa corsa e lunedì pomeriggio, il titolo Moderna è salito del 17% a 148,75 dollari. Pfizer è salito del 2,4% a 38,11 dollari e BioNTech è salito del 10,6% a 121,65 dollari. 

Insomma c’è da divertirsi, ma come ti ho ripetuto all’inizio la borsa non è un casinò e noi investiamo per guadagnare e non per divertirci, quindi è bene non badare molto a questi repentini movimenti ma piuttosto concentrarci sul quadro generale.

Ed il quadro generale, come ho scritto ieri su facebook, a me sembra possa essere più che positivo.

Detto questo, ti invito ad analizzare con cura ogni titolo che inserisci in portafoglio, avendo cura di fare una diversificazione adeguata.

Se poi vuoi sapere quali sono le aziende sulle quali, io ed il mio team, stiamo puntando per sfruttare la ripresa che mi attendo nei prossimi mesi ed anni, devi semplicemente mandare un whatsapp al numero 392 51 86 777. Un mio collega ti richiamerà per indicarti la strada migliore rispetto alle tue esigenze.

Se poi vuoi sapere quali sono le aziende sulle quali, io ed il mio team, stiamo puntando per sfruttare la ripresa che mi attendo nei prossimi mesi ed anni, devi semplicemente mandare un whatsapp al numero 392 51 86 777. Un mio collega ti richiamerà per indicarti la strada migliore rispetto alle tue esigenze.

Al tuo successo!

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Marco Fiorucci
Member
Marco Fiorucci
9 mesi fa

Giuseppe non dimenticare la nostra JNJ che sembra indietro ma sta sviluppando un vaccino ad una unica dose che potrebbe essere migliore nella vaccinazione di massa.

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit