I mercati sono in burrasca, ecco la mia previsione per il futuro

La mia previsione per il futuro è molto semplice e sono certo di non sbagliarmi.

In futuro i mercati saliranno.

E saliranno anche di molto.

Il futuro però non è domani, nemmeno tra una settimana e tanto mento tra un anno.

Se vuoi sapere cosa farà la borsa in questo lasso di tempo vai da un mago.

Sappi però che sono soldi buttati, e non perchè il mago non è in grado di prevedere il futuro, ma perché per guadagnare sul mercato prevedere il futuro non è necessario.

Perché il futuro lo conosciamo già, nel futuro il mercato azionario cresce. Basta solo avere il giusto orizzonte temporale.

Ma allora è tutto così facile? Basta comprare ed aspettare e si guadagna di sicuro?

Ovviamente no. La borsa non è un parco giochi dove basta mettere il gettone ed il divertimento è assicurato.

Devi sapere dove metti i tuoi soldi.

Ma quello che devi fare è scegliere l’azienda giusta, non cercare di capire se il mercato è in un buon momento o meno.

Ora sono tutti preoccupati di capire chi sarà il prossimo Presidente degli Stati Uniti, sembra che non si possa investire finchè non si saprà con certezza chi sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca.

Beh, credo che il grafico che ho messo in copertina sia molto più efficace di tutte le spiegazioni che posso farti.

Rappresenta l’andamento di un ipotetico investimento nell’S&P500 di 10.000 dollari dal 1933 ad oggi.

Nelle fasce blu la presidenza era Democratica, in quelle rosse Repubblicana.

Come vedi il mercato azionario è sempre salito, indipendentemente di chi c’era alla Casa Bianca ed ora quei 10000 dollari investiti nel 1933 ora varrebbero quasi 155 milioni di dollari.

Ecco perchè non ha alcun senso aspettare ad investire perchè tra poco ci sono le elezioni Statunitensi o perché il covid ha rialzato la testa e quindi si teme un nuovo crollo dei mercati.

I mercati saliranno, ma non sappiamo quando.

Se esci dal mercato è statisticamente molto più probabile che tu ti perda la salita, piuttosto che tu riesca ad evitare la discesa.

Potrà sembrarti semplice dire queste cose ora, ma se rileggi tutti gli articoli che ho scritto durante la prima ondata di covid ti accorgerai che dicevo esattamente le stesse cose.

Chi mi ha ascoltato e non ha venduto ha risparmiato molti soldi e non smette ancora di ringraziarmi.

Il punto, come ho scritto più volte, è che il mercato fa le migliori performance proprio dopo un crollo, ma nessuno può sapere quando la discesa finirà e ripartirà la salita.

Se sei fuori quella salita te la perdi e le tue performance totali crolleranno.

Come scrisse il grande Peter Lynch nel 1997, nel periodo che va dal 1955 al 1995 sarebbe bastato stare fuori dal mercato 40 mesi su 40 anni per vedere le performance crollare dall’11,4% al 2,7% annuo.

Se continui ad entrare ed uscire puoi star certo che quei quaranta mesi che ti avrebbero fatto la performance tu li perderei.

Quando il mercato scende semmai bisogna comprare non certo vendere.

A meno chè tu non ti renda conto che l’azienda nella quale hai investito non è più in grado di produrre utili in futuro come tu ti aspettavi, ma il fatto che Apple nei prossimi 10 anni produca utili non dipende dal Coronavirus o dalle elezioni americane…

…ecco perchè non ti devi preoccupare del mercato ma solo della salute delle aziende che hai in portafoglio che, credimi, è totalmente slegata dalla volatilità del mercato, che invece è guidata in larga parte dall’emotività.

Non ho citato Apple a caso…

Voglio riportarti un breve stralcio di un articolo che ho scritto il 10 aprile di quest’anno.

Avevo appena fatto un acquisto in portafoglio e in molti mi scrivevano chiedendomi come mai, benchè durante una diretta Facebook avessi detto che mi aspettavo una discesa del mercato avevo comunque comprato.

Ok Giuseppe, ma se non mi devo preoccupare se il mercato scenderà ancora di che cosa devo tenere conto per decidere se acquistare o no

Potrà sembrarti una risposta banale, ma tu non stai comprando il mercato, stai comprando un singolo titolo, quindi è nell’analisi dell’azienda che stai mettendo in portafoglio che ti devi concentrare.

Permettimi di farti un esempio concreto così ci capiamo meglio…

Prendiamo il titolo Apple.

(….)

Alla luce di questo ti chiedo: ma secondo te Apple a causa del coronavirus ha perso la sua capacità di produrre sempre nuovi e irresistibili prodotti?

Pensi che finito il virus le persone non vorranno più tablet o smartphone?

Non pensi che tra 10 anni apple possa valere almeno 3 o 4 volte quello che vale ora considerando che 10 anni fa valeva 8 volte meno di quanto vale oggi?

E’ questo quello che conta, capire le potenzialità dell’azienda e metterle in relazione con quello che potrà accadere nel medio lungo periodo.

Quello che vorrei che ti fosse chiaro è che non ha alcun senso aspettare di acquistarla solo perchè pensi che l’indice possa ancora scendere.

Se l’indice dovesse scendere ancora secondo te quanto potrà ancora perdere Apple: un 7/ 8%?

Pensi che sia rilevante al fine di un investimento che potrebbe durare qualche anno?

Dall’altra parte se aspetti cosa rischi?

Rischi che l’occasione ti scappi via tra le mani.

L’avidità è uno dei nemici peggiori di ogni investitore.

Spesso per volere troppo si finisce per non prendere nulla.

Ne vale pena? No assolutamente no.

Non ti fare influenzare dalle previsioni di breve termine, quello che conta è puntare su aziende solide e che abbiano un grande potenziale nel futuro.

Ora sappiamo che Apple dopo il nove aprile è salita tantissimo, anche se ci tengo a precisarlo, Apple era solo un esempio, non scrissi quell’articolo per consigliarne l’acquisto.

Il punto è che, come vedi, i principi che mi hanno permesso di aiutare un sacco di gente a marzo/aprile sono ancora validi ora e saranno validi per sempre.

Io non posso sapere cosa farà il mercato tra un anno, ma posso sapere che nel lungo periodo crescerà, come ha sempre fatto e come il grafico in copertina dimostra in modo eloquente.

Il segreto è saper scegliere le aziende giuste che ti permettano di guadagnare di più quando il mercato sale e, possibilmente, perdere meno quando scende.

Se negli ultimi 10 anni sono riuscito a battere con costanza il mercato è proprio perché ho acquisito un metodo per scegliere le aziende migliori che mi consente di avere ragione 7 volte su 10.

Se vuoi conoscere le basi del mio metodo ora hai una bella occasione.

Dai un occhiata al mio libro “Battere il Benchmark” .

Clicca qui https://bit.ly/33JBCJS per portarti a casa una copia.

Al tuo successo!

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit