Il mercato non si fida più di Warren Buffett?

Non c’è bisogno che ti ripeta che Warren Buffett è considerato un mito e che io ho quasi una venerazione per lui.

Sono anche riuscito ad incontrarlo di persona ed è stato uno dei momenti che più hanno inciso nella mia carriera da investitore professionista.

 

Nel mio libro battere il Benchmark ho appunto raccontato il mio incontro con lui e cosa abbia significato per me.

Ma oggi non si parla di me, ma del buon vecchio Buffett, perchè, a quanto pare, Wall Street non si fidi più di lui.

E la cosa, lasciamelo dire, mi lascia abbastanza basito.

Come tutti sanno Warren gestisce una Holding quotata a New York dal nome Berkshire Hathaway.

Per certi versi acquistare le azioni di Berkshire corrisponde un po’ ad acquistare un fondo, infatti Berkshire non produce nulla, ma investe solamente.

Un fondo però molto particolare, perchè gestito dal numero uno in persona ovvero Warren Buffett.

Va da sé che le azioni di Berkshire Hathaway negli ultimi 35 anni hanno ampiamente battuto il mercato, come dimostra il grafico qui sotto.

 

D’altronde Buffett è un vero e proprio mito e ogni volta che parla regala sempre grandi perle di saggezza, oltre ad aver dimostrato di capire il mercato prima e meglio degli altri.

 

Non per nulla è chiamato l’oracolo di Omaha.

 

Da qualche tempo però il tocco magico di quest’uomo, che il 30 agosto compirà la bellezza di 90 anni, sembra essersi perso.

 

Ma sarà vero?

 

A giudicare dal valore delle azioni di Berkshire Hathaway parrebbe di sì, infatti se zummiamo il grafico precedente e prendiamo in considerazione solo gli ultimi 18 mesi, vediamo che l’S&P 500, nel suo complesso, ha fatto meglio.

 

 

In particolare, la differenza maggiore si è verificata da fine marzo ad oggi, dove il mercato è risalito con forza ed invece le azioni Berkshire Hathaway sono rimaste sui minimi.


Buffett famoso soprattutto per essere riuscito a sfruttare i cali del mercato in modo magistrale, andando a pescare con precisione quasi chirurgica le azioni che risultano pesantemente sottovalutate.


Non per nulla è considerato tra i padri del Value Investing.


Questa volta però Buffett non si è mosso, anzi, invece di comprare ha venduto. E non è stata una vendita indolore, visto che si è liberato delle compagnie aeree registrando un pesante passivo e ammettendo di essersi sbagliato a puntare su quel settore.


Evidentemente tutto questo ha preoccupato il mercato che ha preferito stare alla larga dalla sua Holding, nell’attesa di capire quali saranno le sue mosse future.


Immagino, che come sempre, tu voglia sapere come la penso…


Sai bene che io non mi tiro mai indietro e dico sempre ciò che penso, ma non ti aspettare che abbia la presunzione di giudicare un personaggio come Buffett.


Secondo me il problema è alla base: non ha senso giudicare un mostro sacro come lui sulla base delle performance di un anno o due.


E questo non vale solo per i mostri sacri ma per tutti.


Bisogna avere un orizzonte più lungo e ricordarsi che i conti si fanno alla fine, non durante il viaggio.


Se si guardano le performance che ha ottenuto Buffett dagli anni 60 ad oggi si resta impressionati e rimango veramente basito nel vedere che possono bastare 2 anni meno positivi degli altri.


La performance degli ultimi 12 mesi racconta veramente poco delle qualità di un gestore.


A volte sorrido quando vedo pubblicità di fantomatici trader che gridano ai 4 venti il loro storico, che però non arriva quasi mai ai 2 anni.


Io negli ultimi 10 anni ho ottenuto un rendimento doppio rispetto all’S&P 500, so che potrà andare male un anno, ma sono sicuro che tra 5 anni i risultati saranno dalla mia parte.


Se anche tu vuoi capire come funziona il mondo degli investimenti tieni d’occhio la mail perchè lunedì presenterò un sorpresa.

Se invece vuoi iniziare ad investire seriamente, senza rincorrere le Sirene di guadagni irrealizzabili, manda un Whatsapp al numero 3925186777 e verrai richiamato da uno dei miei analisti che, basandosi sulla tua situazione personale, ti indicherà la strada migliore per far finalmente fruttare i tuoi risparmi nel lungo periodo.

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit