Il titolo Nikola è finito in una doppia bolla?

Se vi è capitato di vedere uno spettacolo per bambini sicuramente avrete notato il numero delle bolle di sapone.

 

Quando il mago di turno riesce ad inserire una bolla di sapone dentro ad un’altra bolla: i bambini rimangono incantati.

 

Bè, alle volte questi numeri di magia accadono anche sul mercato finanziario, però è bene non rimanerne incantati…

 

… anzi è il caso di evitare con cura tutte le situazioni dove questa strana magia si verifica.

 

Prima che tu possa pensare che oggi sono stato troppo al sole e quindi non sono perfettamente lucido, lascia che ti spieghi cosa intendo per una bolla dentro un’altra bolla.

 

Questa situazione si verifica quando all’interno di un settore che è già in bolla (quindi ha dei prezzi molto più alti rispetto ai fondamentali) si trova un titolo che è ancora più sopravvalutato rispetto al proprio settore.

 

Questo è il caso di Nikola, una azienda che produce auto elettriche, settore nel quale attualmente spicca la famosissima Tesla e che viaggia già a prezzi molto sostenuti.

 

Nikola, che deve il suo nome al famosissimo ingegnere elettronico Nikola Tesla, è approdata da pochissimo sul listino di Wall Street, esattamente il 3 giugno di quest’anno e già nella prima settimana è riuscita a raddoppiare il suo valore totalizzando un bel +104%.

 

Nel grafico sotto vedi l’andamento dei prezzi di Nikola, dal giorno della quotazione ad oggi, paragonato a Tesla e all’indice S&P 500.

 

Come vedi il titolo ha corso molto, ma non ti fare ingannare dal prezzo.


Il prezzo è solo un indicatore, ma non è detto che se un titolo cresce molto debba necessariamente essere in una bolla.


Ciò che fa la differenza è il motivo per cui il prezzo cresce e soprattutto i fondamentali che ci stanno alla base.


Nel mercato delle auto elettriche ci sono titoli che sono cresciuti molto di più di Nikola nell’ultimo mese ma che tuttavia sono forse meno sopravvalutati.


Quello che vado dicendo da anni è che per capire un’azienda bisogna analizzare i bilanci e capirne le potenzialità a 360 gradi.


Tra l’altro visto il grandissimo successo che ha avuto il lancio del mio corso PROTOCOLLO PASCARELLA, dove insegno come si fa a capire il vero valore di un’azienda, ho deciso di rimetterlo sul mercato a partire da lunedì prossimo. Anche questa volta ho pensato di fare una bella sorpresa a chi mi darà fiducia… lunedì ti dico tutto. 


Comunque dicevo, leggere il bilancio è imprescindibile per valutare un titolo e vedere il prezzo di  un’azienda salire alle stelle prima ancora di aver generato un euro di utile – come nel caso di Nikola – non può che destare sospetto.


Inoltre la vicenda di Nikola è ancor più eclatante perché non ha ancora prodotto nulla. Sulla carta produrrà un pick-up elettrico, sul quale sta già accettando dei preordini, ed in futuro c’è in progetto di produrre dei mezzi pesanti elettrici.


Insomma un gran bel progetto ma è pur sempre solo un progetto.


Ci sono anche dei motivi tecnici legati all’andamento delle opzioni, sui quali non è il caso di dilungarsi in questa sede, che lasciano intendere che il prezzo di Nikola si attualmente in una pericolosa bolla pronta a scoppiare da un momento all’altro.


E non ultimo anche il fatto che moltissime delle azioni di Nikola sono nelle mani di fondi privati (tra cui Blackrock e Fidelity) che alla prima occasione metteranno sul mercato le loro azioni godendosi una ottima plusvalenza ma aumentando il rischio di far precipitare le azioni.


Ecco perchè penso che Nikola si un titolo altamente pericoloso e dal quale è bene stare lontano.


Il chè, vorrei che ti fosse molto chiaro, non vuol dire che le azioni crolleranno domani.


Ci sono titoli che malgrado fossero in un evidente bolla speculativa, hanno continuato a salire per anni prima di crollare inesorabilmente.


Ed è pure possibile che le aspettative che ha il mercato, basate al momento solo su progetti e non fatti concreti, vengano rispettate ed il valore intrinseco cresca in maniera proporzionata alle altissime aspettative che il mercato ha in questo momento.


Intendiamoci, non è che sono tutti matti quelli che comprano Nikola.


Io ti sto solo dicendo che è un titolo altamente speculativo e che un investitore che guarda al medio lungo periodo dovrebbe starci molto lontano, il rischio non vale la candela.


Poi se uno ama l’azzardo e decide di scommetterci sopra, se è consapevole del rischio, lo può tranquillamente fare.


Gli auguro buona fortuna.


Ma, ripeto, se vuoi il mio consiglio: stacci lontano.


Il mercato americano è molto vasto, ci sono tantissime azioni che si possono acquistare.


Penso che sia molto più logico puntare su aziende solide che al momento quotano ad un prezzo più basso del valore intrinseco, piuttosto che aziende appena nate che viaggiano a prezzi altissimi.


Se vuoi sapere quali sono le aziende che io ed il mio team abbiamo selezionato e che penso possano darti molte più soddisfazioni di Nikola…

Manda un whatsapp al numero 392 5186777, un mio collega risponderà a tutte le tue domande e ti aiuterà a capire quale dei miei portafogli è più adatto alle tue esigenze.

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Attenzione all’India…

“L’India potrebbe superare il Regno Unito come quinto mercato azionario più grande del mondo entro il 2024”.  Sono queste le parole che arrivano direttamente da Goldman Sachs. L’India è da sempre uno tra i primi

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit