Inizia ufficialmente il tapering, ma la FED rimane colomba

Ci si aspettava un Powell vestito da falco alla conferenza di ieri della Federal Reserve, la banca centrale statunitense.

Infatti nel gergo tecnico, quando una banca centrale adotta una politica restrittiva, toglie cioè moneta dal mercato per moderare l’inflazione, si dice che è falco, viceversa quando immette moneta sul mercato per stimolare l’economia viene definita colomba.

Ieri ci si aspettava l’inizio del tapering, ovvero della riduzione del denaro immesso sul mercato dalla FED, che effettivamente è arrivata, ma in realtà Powell, il presidente della Federal Reserve, è stato più colomba che falco e i mercati hanno gradito.

Infatti i mercati azionari non vedono mai di buon occhio una riduzione del denaro in circolazione e quindi le parole di Powell li hanno in qualche modo rassicurati.

Ma vediamo nel dettaglio quello che è emerso dalla attesissima conferenza di ieri.

Innanzitutto si è confermato l’inizio della riduzione di acquisti di obbligazioni, ma i piani per iniziare a ridurre i 120 miliardi di dollari in acquisti mensili di Treasury e titoli garantiti da ipoteca sono state esattamente in linea con le aspettative di Wall Street che quindi aveva già scontato tutto nei prezzi correnti.

In una dichiarazione rilasciata alla conclusione di una riunione di due giorni del Federal Open Market Committee, i responsabili politici hanno affermato che avrebbero ridotto il ritmo mensile degli acquisti di attività nette della banca centrale di $ 10 miliardi per i Treasury e $ 5 miliardi per i titoli garantiti da ipoteca. Questo ritmo probabilmente verrà mantenuto costante, il che implica che il tapering sarà completato entro luglio 2022.

Inoltre Powell ha in modo abbastanza deciso allontanato i timori di un rialzo dei tassi imminente, cosa di cui ormai il mercato si era convinto, tanto da iniziare a scontare questa ipotesi.

Secondo il numero 1 della FED l’inflazione è certamente più alta del previsto, ma il fenomeno rimane transitorio e quindi ai piani alti della Banca Centrale statunitense si aspettano un graduale rientro, anche se, ammettono che non si aspettavano un aumento così prolungato.

Insomma, come detto, Powell è stato più colomba di falco e questo ha avuto un effetto immediato sul dollaro che è calato e sugli indici che sono invece cresciuti.

I tanti commentatori che da un po’ di tempo stanno aggirandosi come avvoltoi sui listini in attesa di uno storno violento, temo dovranno aspettare ancora un po’ prima di cantare vittoria.

D’altronde l’idea di uscire dal mercato perchè ci si aspetta un forte calo, pensando poi di rientrare a storno avvenuto è una pura utopia, ormai credo di averlo detto in tutte le salse.

So bene che c’è chi continua a dire di essere in grado di prevedere i mercati sparando addosso a chi cerca di costruire un valore nel tempo attraverso scelte oculate e diversificate.

Io posso solo dirgli buona fortuna, mi faccio però una domanda, se loro sono così bravi a capire il mercato in anticipo, come mai sono ancora a scrivere post su facebook e non se ne stanno in una spiaggia caraibica.

Comunque tutto può essere, non sono invidioso di chi guadagna sul mercato, anzi a me fa piacere e se uno usa tecniche diverse dalla mie ben venga.

Io mi considero un investitore e non uno scommettitore quindi certe dinamiche non mi interessano, poi se uno punta sul rosso e vince, bravo lui, stappo volentieri una bottiglia di spumante e festeggio insieme a lui.

Però i miei soldi e quelli delle persone che mi seguono non li metto a rischio concentrando i capitali in pochi titoli pensando di poter essere più furbo degli altri, mi accontento di fare costantemente meglio del mercato, tenendo però sempre sotto controllo il rischio.

Quello in cui credo, tanto da dedicarci la mia intera vita, è di uno studio serio e meticoloso di tutte le aziende che decido di inserire nei portafogli modello che seguono le persone che mi hanno dato fiducia.

Non azzardo, non prevedo, analizzo ed entro solo quando individuo un solido vantaggio che potrà dare a tutta la mia community ritorni interessanti nel futuro.

Attenzione però, non ti sto dicendo che non sbaglio mai. Fare sempre la scelta giusta è impossibile, ma ti posso dire che faccio sempre scelte di cui non posso pentirmi, perchè nel momento in cui ho fatto la scelta ho analizzato tutto quello che era possibile. Se poi lo scenario cambia questo io non lo posso sapere, posso però velocemente adattarmi.

E comunque un cambio di scenario è abbastanza raro, prova ne è il fatto che negli ultimi 11 anni ho chiuso 7 operazioni su 10 in guadagno e ottenuto un rendimento medio annuo doppio rispetto all’S&P 500. Non so in quanti possono vantare uno storico così lungo e sempre mostrato alla luce del sole.

Ah un ultima cosa, che sia chiaro che io non ce l’ho con nessuno in particolare, leggo a volte post su facebook che mi sorprendono, ma io sono per la pace e l’amore. Non mi piace discutere o fare a gara di chi ce l’ha più lungo. Voler dimostrare di essere più furbo degli altri è sciocco e soprattutto toglie energia per fare l’unica cosa che serve, analizzare i mercati e scegliere le aziende che diversificando nel lungo periodo ti possono dare le occasioni migliori.

Quindi se cerchi rendimenti da 100% all’anno ti dico subito che io non faccio per te, stai solo attento però a chi ti promette ritorni simili. Guarda bene i rischi che devi prendere per andare a cercare simili guadagni.

Se invece vuoi un percorso serio per far rendere i tuoi soldi molto più della media di mercato, arrivando ad una media sui 10 anni del 22% all’anno loro, senza però prendere rischi eccessivi e avendo sempre un’ottica di lungo periodo, beh allora credo che la Famiglia Pasca profit potrebbe veramente aiutarti.

Senza promesse mirabolanti, ma con serietà, passione e continuità.

Se vuoi informazioni manda un messaggio allo 392 5186777.

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit