La ricetta di Warren Buffett contro l’inflazione

L’inflazione sta raggiungendo livelli che non si vedevano da parecchi anni e i mercati finanziari si sa, con l’inflazione non ci vanno tanto d’accordo.

Sullo sfondo la domanda è sempre la stessa, l’inflazione di questi mesi è solo transitoria, come continua ad assicurare la FED o invece l’inflazione è qui per rimanere e sarà il nostro compagno di viaggio, non gradito, dei prossimi anni?

Ah saperlo…

Io un’idea ce l’ho, e non ne ho fatto mistero nella mia ultima diretta su youtube, che puoi rivedere cliccando qui.

Da tempo noi di PascaProfit pensiamo che l’inflazione non sarà transitoria ma che allo stesso tempo non c’è motivo per allarmarsi più di tanto. Primo perché non c’è all’orizzonte, nemmeno il più lontano, un rischio inflattivo a due cifre paragonabile a ciò che abbiamo visto negli anni 70 -sarà quindi un’inflazione duratura ma sostenibile- e secondo perchè comunque gli strumenti per proteggersi dall’inflazione ci sono.

Del resto un po’ di inflazione per il corretto andamento dell’economia è necessaria, quindi non è un caso di farne un dramma.

Ed oggi, prendendo spunto da un interessante articolo che ho trovato in giro per il web, vorrei riportarvi come il grande Warren Buffett abbia,nel corso dei decenni, affrontato il tema dell’inflazione.

Non ho mai fatto mistero che io sono un fan accanito del mitico oracolo di Omaha e, anche se alcune delle sue dichiarazioni risalgono ormai a 40 anni fa, è comunque interessante andare a capire come Buffett si è mosso nel tempo per proteggersi dall’inflazione.

Nel 1981 in una delle sue celeberrime lettere agli azionisti Buffett ha spiegato che nei momenti di inflazione le aziende da preferire devono avere due caratteristiche:

  • la capacità di aumentare i prezzi piuttosto facilmente (anche quando la domanda di prodotti è piatta e la capacità non è pienamente utilizzata) senza paura di una significativa perdita di quote di mercato o di volume unitario.
  • la capacità di soddisfare grandi aumenti di fatturato in dollari (spesso prodotti più dall’inflazione che dalla crescita reale) con solo piccoli investimenti aggiuntivi di capitale”.

Concetto che ha poi ribadito nel 2015 durante una assemblea degli azionisti, mettendo in evidenza che nei periodi inflattivi è bene stare alla larga dalle aziende che necessitano di ingenti investimenti di capitali per portare avanti il proprio business, e più in generale Buffett ha fatto sapere che i settori dei servizi pubblici e delle ferrovie non sono una buona idea quando si tratta di proteggersi dall’inflazione.

Quello che però mi ha colpito maggiormente è ciò che ha detto, sempre riguardo l’inflazione, in un intervento davanti ai suoi azionisti nel 2009.

In quell’occasione Buffett disse che per proteggersi dall’inflazione una persona deve fare due cose, la prima e la più importante è investire su se stessa e sulla propria formazione.

Se sei il miglior avvocato, il miglior insegnante o il miglior chirurgo riuscirai sempre a prenderti la tua fetta nel grande gioco dell’economia, indipendentemente dal valore della moneta causato dall’inflazione

Il secondo consiglio è invece più centrato sul mercato azionario: “la seconda miglior protezione dall’inflazione è investire in un business meraviglioso” e per il vecchio Warren un business meraviglioso è un’azienda i cui prodotti sono richiesti anche se l’azienda deve aumentare i costi.

Bè due consigli che mi sento di raccogliere in pieno. Investi sempre su te stesso e sulla tua formazione e cerca di scovare le aziende migliori.

D’altronde è un po’ il succo di quello che noi facciamo in PascaProfit. Io personalmente mi spendo tantissimo per aiutare le persone a formarsi per poter poi investire in modo migliore e, con l’occasione, mi permetto di ricordarti che ottobre è il mese dell’educazione finanziaria a livello nazionale.

Anche noi abbiamo aderito all’iniziativa e per ancora qualche giorno puoi avere il mio ultimo libro “Dove metto i miei soldi” con il 40% di sconto. Se non vuoi perdere questa ghiotta occasione per diventare un investitore consapevole e quindi profittevole, conoscendo finalmente le poche ma fondamentali leggi che muovono il denaro…

Bè, non perdere tempo e portati a casa la tua copia scontata cliccando qui.

Per quanto riguarda poi il consiglio di scegliere le aziende migliori questa è semplicemente la filosofia sulla quale ho basato PascaProfit.

Qualsiasi siano le condizioni di mercato, se si sanno analizzare bene le aziende intercettando il loro valore futuro, ci sarà sempre spazio per fare affari sui listini azionari. Poi, e questo è ormai assodato, le azioni sono uno degli asset migliori per proteggersi dall’inflazione, ecco perchè non sono particolarmente preoccupato anche se penso che l’inflazione non sarà transitoria.

Se anche tu ti vuoi avvalere delle nostre analisi e iniziare quindi a fare affari sui listini azionari americani, bè anche in questo caso la strada è semplice…

…manda un whatsapp al numero 392 51 86 777  ed un mio collega ti mostrerà, senza impegno, tutti i vantaggi di entrare a far parte della famiglia PascaProfit.

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

 

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit