Le 7 azioni value consigliate dal Wall Street Journal per il 2021

Leggendo il Wall Street Journal, ovvero uno dei più importanti quotidiani finanziari al mondo sembra evidente che il 2021 vedrà, dopo qualche tempo, ritornare le cosiddette Value Stocks in auge.

Il 2020 è stato un anno particolare, dove le azioni Growth hanno trionfato a mani basse, basti pensare che l’indice Russell Growth delle azioni statunitensi ha sovraperformato l’omologo indice Value di ben 36 punti percentuali, il margine più ampio mai registrato nella storia.

Tuttavia il mondo ribolle e si annunciano cambiamenti su molti fronti: economico, politico e sanitario, solo per citarne alcuni.

Questo ha portato Mark Boyar, che ha fondato The Boyar Value Group nel 1975, a dichiarare:

“Le azioni Value sono rimaste a cuccia per il periodo più lungo che io ricordi. Ma pensiamo che ora stiamo entrando in uno di questi periodi in cui i titoli Value supereranno significativamente quelli Growth.”

Attenzione però, Jonathan Boyar, figlio di Mark e presidente della divisione di ricerca dello studio, Boyar Intrinsic Value Research, avverte che non tutte le imprese value ne trarranno beneficio. “Bisogna ancora guardare alle aziende di alta qualità con buoni bilanci e forti posizioni competitive, non si tratta solo di acquistare ogni rivenditore retail e compagnia aerea che sia a buon mercato in questo momento“.

Questa importante società ogni anno stila un elenco di 40 titoli value che hanno buone caratteristiche per far bene, e quest’anno il team del Wall Street Journal ha estrapolato 7 aziende che per varie ragioni possono fare bene nell’anno appena iniziato.

Ecco alcune motivazioni sulle scelte riportate dal WSJ.

Ad un prezzo di 30 dollari, Bank of America (BAC) scambia a 14 volte gli utili stimati del 2021 e 1,5 volte il valore contabile e risulta quindi sottovalutata rispetto alla propria storia. Un’economia in miglioramento, le aspettative di una curva dei rendimenti più ripida e il via libera della Federal Reserve a promuovere il riacquisto di azioni e dividendi nel 2021 sono tutti catalizzatori promettenti.

La Berkshire Hathaway di Warren Buffett (BRK.A) ha aumentato la sua partecipazione in Bank of America; attualmente possiede circa il 12% del capitale. Boyar si aspetta che i maggiori rendimenti di capitale, una ripresa ciclica e la fiducia portata da Buffett spingano il titolo a crescere di circa il 20%. Il dividendo di BofA rende attualmente il 2,4%.

Coca-Cola (KO) è stata una delle prime 10 scelte del WSJ per il 2021. La riapertura di ristoranti, stadi e altri luoghi pubblici porterà a una ripresa delle vendite a breve termine della più grande azienda di soft-drink del mondo. Inoltre qualche importante contratto con i fornitori dovrebbe migliorare ancor più i bilanci. Le azioni della Coca-Cola non sono particolarmente a buon mercato a più di 25 volte gli utili previsti per l’anno prossimo, ma il team di Boyar si aspetta che mantengano il loro multiplo man mano che l’azienda tornerà a crescere. Vedono le azioni andare a 66 dollari, il 20% in più rispetto alla loro recente chiusura di 55 dollari. Il dividendo del titolo è del 3%.

La catena di farmacie CVS Health (CVS) giocherà un ruolo vitale nello sforzo di distribuzione dei vaccini negli Stati Uniti nel 2021, ampliando il suo database di informazioni sui clienti e portando nuovi pazienti nei suoi negozi e nelle cliniche. Boyar cita i vantaggi dell’approccio omni-canale di CVS. Ha punti vendita in quasi l’80% della popolazione statunitense, insieme a una sofisticata attività di distribuzione di prescrizioni mediche.

A 68 dollari, il titolo CVS sembra a buon mercato, scambiando solo nove volte i guadagni previsti per il prossimo anno. Boyar applica un multiplo di 13 volte sulla sua stima dei profitti del 2022 per raggiungere un obiettivo di 106 dollari, il 55% in più rispetto alla recente chiusura.

Liberty Braves Group (BATRK) e Madison Square Garden Sports (MSGS) sono rari esempi di squadre sportive quotate in borsa. Possiedono rispettivamente l’Atlanta Braves di baseball e i New York Knicks di basket e i New York Rangers di hockey. 

Boyar valuta le azioni Liberty Braves a 41 dollari e MSG Sports a 231 dollari, con un aumento stimato del 60% e del 24%, rispettivamente. Gli obiettivi di prezzo di Boyar si basano su un premio di circa il 30% rispetto alle ultime valutazioni delle squadre di Forbes.

Sysco (SYY) è in pole position per uscire dalla pandemia di Covid-19 più forte di quanto non sia entrato, come il più grande player nel settore della distribuzione alimentare statunitense, che è in genere fortemente frammentato. Con una quota di mercato di appena il 16%, Sysco genera più vendite rispetto ai suoi due prossimi rivali messi insieme. Il management è stato aggressivo nel cercare di crescere attraverso acquisizioni e nel reclutare nuovi clienti.

Walt Disney (DIS), quota un recente 72 volte gli utili stimati per i prossimi 12 mesi, non è economico, sulla base delle tradizionali metriche di valore. Ma il gigante dell’intrattenimento ha diversi cartucce a suo favore. Il primo e più importante è il recupero post-pandemico dei suoi parchi a tema, che Boyar si aspetta di sorprendere nel 2021. La storia a più lungo termine è la trasformazione della Disney in una società di contenuti globali focalizzata sullo streaming, alimentata dalla rapida crescita di Disney+ e dei suoi altri servizi diretti al consumatore.

Boyar applica un multiplo di 12 volte gli utili stimati al 2022 al lordo di interessi, tasse, ammortamenti e svalutazioni, o Ebitda, per le attività di Disney che non si occupano di streaming, e 5,5 volte al fatturato stimato per lo streaming del 2022. In questo modo si ottiene un obiettivo di prezzo di 237 dollari, ovvero il 30% in più rispetto alla recente chiusura del titolo, pari a 181 dollari.

Insomma come vedi il WSJ ci ha offerto una carrellata di aziende veramente interessanti, se mi segui da un po’ avrai notato che molte di queste vengono spesso citate nelle mie dirette.

Ma se stai pensando di fiondarti a comprare questi titoli, come sempre avverto, frena subito i bollenti spiriti.

Il Wall Street Journal è un quotidiano molto autorevole e non da certo indicazioni a casaccio, altrimenti non mi sarei certo sognato di riportarti queste cifre.

Tuttavia non bisogna mai comprare un titolo senza sapere esattamente il perchè e, voglio che ti sia ben chiaro che il consiglio di un quotidiano, per quanto importante, non è mai un motivo sufficiente.

Infatti non basta che un titolo sia buono per meritare l’acquisto, ma è importante che si sposi bene con il resto del portafoglio, è importante quindi avere una visione molto ampia quando si decide di fare un acquisto.

Come dico spesso, se bastasse ascoltare i consigli di un giornalista non mi sarei certo preso la briga di studiare i mercati per 25 anni e di creare il mio protocollo che mi ha permesso negli ultimi 11 anni di battere il mercato ben 8 volte.

E comunque sono consapevole che analizzare un titolo non è una passeggiata, infatti ho formato un team di preparatissimi analisti per aiutarmi in questo delicato compito.

Da anni condivido i portafogli che costruisco con il mio team con i miei clienti, se anche tu vuoi replicare le mie mosse in modo semplice e veloce, senza dover perciò star troppo a pensare al valore intrinseco e ai multipli di mercato, manda un whatsapp al numero 392 518 6777

Un mio collega ti richiamerà e ti spiegherà, passo passo e senza vincoli, come ottenere i miei stessi risultati.

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

BABA, opportunità o tragico errore?

Alibaba è uno dei titoli tecnologici mega-cap più economici al mondo (per rapporto prezzo-Flusso di cassa) dopo che i timori normativi in ​​Cina hanno colpito duramente l’azienda. Oggi, molti titoli tecnologici cinesi a grande capitalizzazione

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit