Questo è un titolo che sto tenendo d’occhio

Oggi è venerdì e come di consueto il PascaDaily è dedicato all’analisi di un titolo.

Oggi ti parlo di un titolo che è nella mia watchlist.

Occhio però, non ho affatto deciso di acquistarlo, però è certamente da tenere d’occhio.

Come sai costruire un portafoglio resiliente richiede vari passaggi ed ogni nuovo titolo va ponderato con attenzione.

A proposito di portafoglio lascia che ti ricordi che i posti disponibili per far analizzare il tuo portafoglio dagli esperti del mio team stanno finendo, quindi se ci stai facendo un pensierino ti consiglio di prenotare subito cliccando su questo link https://bit.ly/3ftUsMC

Ma ora sotto con l’analisi.

Oggi parliamo di….

AmerisourceBergen Corporation (ABC)

 AmerisourceBergen Corporation è una società americana di vendita all’ingrosso di farmaci che è nata dalla fusione di Bergen Brunswig e AmeriSource nel 2001. Distribuisce farmaci e servizi correlati progettati per ridurre i costi e migliorare la vita dei pazienti.

Ha una linea di prodotti farmaceutici generici e di marca, prodotti per la cura della salute da banco, i così detti (OTC) e forniture e attrezzature per l’assistenza sanitaria a domicilio a fornitori di assistenza sanitaria in tutti gli Stati Uniti, inclusi ospedali, catene di farmacie al dettaglio e studi medici privati.

Offre servizi di vendita per corrispondenza a medici e cliniche, nonché centri di cura e assistenza assistita.

E’ leader di mercato nella distribuzione farmaceutica che gestisce circa il 20% di tutti i prodotti farmaceutici venduti e distribuiti in tutto il paese e si è classificata al 10° posto nella lista Fortune 500 per il 2020 con oltre 205 miliardi di dollari di fatturato annuo.

 La società ha sviluppato una piattaforma farmaceutica altamente scalabile che risponde alle esigenze complete di approvvigionamento e distribuzione di produttori e fornitori. L’impronta e l’infrastruttura dell’azienda le consentono di spedire oltre 3 milioni di prodotti al giorno in tutto il mondo.

I volumi significativi consentono all’azienda di negoziare prezzi competitivi e supportare gli investimenti necessari per distribuire in modo efficiente un vasto portafoglio di farmaci. Il core business focalizzato sulla distribuzione farmaceutica rappresenta la parte del leone dei ricavi.

Con la decelerazione della crescita dei farmaci a causa della più lenta inflazione sui farmaci di marca, lo spostamento verso i farmaci generici con prezzi più bassi, l’introduzione più lenta di farmaci di successo e l’aumento possibilità di negoziazione dei fornitori, i margini operativi sono stati sotto pressione.

AmerisourceBergen vanta la più alta concentrazione tra i competitor e farmaci speciali che probabilmente rappresentano oltre il 20% delle entrate complessive e hanno di certo aiutato l’azienda a crescere più velocemente rispetto ai competitor nell’ultimo periodo.

Competitor

I tre principali distributori, McKesson, AmerisourceBergen e Cardinal Health, operano efficacemente come un oligopolio e gestiscono una base clienti molto molto ampia. McKesson è il più grande distributore farmaceutico, con capacità di produzione ed è più integrata verticalmente con fornitori e catene di farmacie al dettaglio in Canada e in Europa.

AmerisourceBergen è il più vicino ad una definizione di distributore farmaceutico puro, molto vicina a fornitori e farmacie al dettaglio.

Cardinal Health è il più piccolo dei tre, con capacità di produzione a marchio privato e dispositivi medici. Gli investimenti delle società nell’infrastruttura IT forniscono la capacità di navigare nel mercato dei farmaci altamente regolamentato.

 AmerisourceBergen, McKesson e Cardinal Health rappresentano il 90% del mercato. Il ruolo di un distributore farmaceutico si è evoluto con il crescente numero di nuove terapie, la formazione di organizzazioni regolamentate dal governo, requisiti normativi e licenze di produttori, farmacie al dettaglio e distributori di prodotti farmaceutici.

 Attraverso questa evoluzione, queste aziende hanno investito continuamente in IT e infrastrutture fisiche per fornire il supporto logistico in modo efficiente.

AmerisourceBergen non produce prodotti e la natura merceologica del servizio si riflette in margini operativi molto bassi. Nonostante questi bassi margini, l’azienda ha goduto di un rendimento del capitale investito di quasi il 20%, in gran parte alla crescita trainata dalla forte inflazione dei farmaci e dall’aumento delle terapie.

Con l’attuale mancanza di trasparenza dei prezzi, variazioni significative tra i prezzi di listino e di fatturazione, la volatilità dei prezzi quotidiana e la conformità alle normative e i richiami, i fornitori e le farmacie al dettaglio non hanno l’infrastruttura IT per gestire rapidamente le informazioni disponibili né negoziare prezzi competitivi con i produttori.

Fossato economico

AmerisourceBergen si è assicurato un fossato grazie alle dimensioni, ma un ambiente incerto sui prezzi dei farmaci e la crescente influenza dei competitor potrebbero restringerlo.

Mantengo la mia stima sul valore intrinseco della società intorno ai 350 dollari ad azioni, ho tenuto conto di una crescita costante del 12% annuo per i prossimi 5 anni con un periodi di tassi bassi e inflazione stabile al 2%:

 I principali fattori di ricavo di prezzo, volume e mix non vengono resi noti, quindi ho fatto diverse ipotesi per proiettare la crescita del settore. Con l’eccezione di potenziali shock del mercato esterno, non prevedo che la quota di mercato cambierà drasticamente nel breve termine.

Di conseguenza, prevedo una crescita annuale complessiva del fatturato di circa il 5%, beneficiando ampiamente della crescita della linea prodotti, dell’aumento del numero di terapie, dall’invecchiamento della popolazione e dai brand dei farmaci.

A compensare queste componenti della crescita ci sono una varietà di fattori, tra cui il continuo spostamento del mix di entrate verso farmaci generici, crescita più lenta nell’introduzione di nuovi farmaci e in misura minore, una deflazione generica e una minore spesa per l’epatite C e gli oppioidi soggetti a prescrizione.

 Personalmente prevedo che la crescita dei ricavi continuerà probabilmente ad essere irregolare a causa dell’introduzione di farmaci, inflazione e eventuali acquisizioni. Negli ultimi anni, i margini operativi del settore sono diminuiti.

 Rischi

AmerisourceBergen opera in un oligopolio maturo e la perdita di grandi clienti, modifiche normative, contenziosi significativi (vedi la causa sugli oppioidi), un ingresso di un nuovo concorrente con risorse significative o dinamiche di mercato potrebbero ridurre la capacità di negoziare con i produttori di farmaci o clienti.

La continua pressione sui prezzi dei farmaci rappresenta un rischio per l’azienda e include la deflazione dei prezzi dei farmaci generici, una crescita più lenta nella pipeline farmaceutica e una minore spesa per l’epatite C e gli oppioidi.

Sebbene la minaccia di un nuovo concorrente non sia imminente, Amazon, una società con una significativa esperienza nella gestione dell’inventario, ha accumulato silenziosamente pezzi fondamentali necessari per competere con i distributori di prodotti farmaceutici.

 Conclusione

AmerisourceBergen è un titolo stabile con dividendi in crescita, anche se volatili, nel tempo. Mentre le aziende farmaceutiche devono innovare continuamente per mantenere una status, ABC è un tipo di azienda come definisco io, “piccone e pala”, che soddisferà sempre un’esigenza essenziale in questo settore. In quanto tale, vedo Amerisource come una buona aggiunta alla parte del buon sonno notturno di un portafoglio di investimenti.

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma

 


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit