Scommettere sul Bitcoin senza comprare Bitcoin

Tranquillo, non ho cambiato idea, sono ancora convinto che nel portafoglio di un investitore oculato e profittevole non ci possa essere spazio per i Bitcoin.

Detto questo non li demonizzo, se uno vuole puntare una piccola somma alla caccia di rendimenti che difficilmente si possono trovare su altri asset ha la mia benedizione e gli auguro anche tutta la fortuna possibile.

Tuttavia, chi vuole scommettere sul Bitcoin deve sapere che si tratta appunto di una scommessa, può andare molto molto bene, ma anche molto molto male.

Non ci sono paracaduti o ancore di salvezza, non c’è un valore intrinseco a giustificare l’investimento, c’è solo una scommessa. 

Se va bene la ricompensa è alta, se va male il dolore è molto forte.

Fatta questa doverosa premessa è importante sottolineare che comunque il mondo delle cripto è molto ampio e vario, e non è detto che sia necessario comprare Bitcoin per guadagnare attraverso i Bitcoin.

In molti paragonano il Bitcoin all’Oro, a mio avviso il paragone non regge moltissimo, in ogni caso tutti sanno che durante la corsa all’oro a diventar ricchi sono stati quelli che vendevano i picconi, non quelli che spaccavano la schiena a cercare l’oro.

Ecco perchè, se vuoi scommettere sui BitCoin può essere utile allargare lo sguardo e capire quali tra le aziende che si occupano di minare la criptovaluta più famosa si merita di essere presa in considerazione. 

Forse la storia dei picconi e dell’oro è venuta in mente anche a quelli del Wall Street Journal, infatti oggi hanno pubblicato un articolo su tre aziende minatrici di Bitcoin che sono interessanti.

Come sai quando leggo qualcosa di interessante te ne parlo ed ecco qui i nomi di queste tre aziende: 

Power & Digital Infrastructure Acquistion / XPDI

Marathon Digital Holdings / MARA

Riot Blockchain / RIOT

Ecco qualche multiplo….

Ticker Prezzo Market value (bil) 2022E Revenue 2022E EPS 2022E  P/E
XPDI $13.83 $6.8 $958 $0.96 14.4
MARA $51.46 $5.3 $750 $4.36 11.8
RIOT $33.63 $3.4 $464 $1.58 21.3

 

Sarò sincero, non conosco a fondo queste aziende, mi sembra comunque il caso di approfondire il discorso perchè il settore potrebbe essere florido in futuro.

Come sempre piedi di piombo e nessuna scelta azzardata, ma probabilmente il WSJ ha fatto bene a parlare di questo argomento.

In particolare mi ha colpito l’azienda Riot Blockchain / RIOT.

Riot ha sede a Rockdale in Texas.

Rockdale è una modesta città di 5.600 abitanti, un’ora fuori Austin, che ha perso un importante centro di lavoro dopo che Alcoa ha chiuso la sua fonderia di alluminio nel 2008. Ma l’infrastruttura elettrica che Alcoa ha lasciato è stata messa a nuovo uso: l’estrazione dei Bitcoin.

Più di 11.000 computer ronzano 24 ore al giorno nel vecchio sito Alcoa, facendo trilioni di calcoli al secondo per aiutare a far funzionare la rete Bitcoin. Gestito da Riot Blockchain (RIOT), le macchine hanno contribuito a “estrarre” 1.292 Bitcoin nel terzo trimestre, per un valore di 54 milioni di dollari di entrate per Riot. Rockdale è ora uno dei più grandi siti di produzione di Bitcoin in Nord America. Riot mira ad aggiungere 63.000 computer, più che raddoppiando la sua capacità di mining, entro la fine del 2022.

“Abbiamo intenzione di renderlo uno dei più grandi asset di estrazione di Bitcoin nel mondo”, dice il CEO di Riot Jason Les. Il sito di Alcoa includeva un grande cantiere di commutazione elettrica, ideale per un minatore che mira ad espandersi fino a 700 megawatt di capacità, abbastanza per alimentare 650.000 case.

Riot sembra attraente per la sua crescente quota di mercato e i guadagni di efficienza man mano che si espande, ma ti ripeto bisogna andarci veramente con i piedi di piombo.

Non ti sto assolutamente consigliando di acquistare questo titolo, io non l’ho fatto e non ho nemmeno intenzione di farlo a breve, semplicemente penso che le aziende minatrici di Bitcoin vadano tenute d’occhio.

Al momento i rischi a mio avviso superano le prospettive di guadagno, ma non è detto che in futuro le cose cambino.

Decidere se un titolo merita di entrare in portafoglio è sempre un’operazione delicata.

Io ho impiegato molti anni di studio e di lavoro prima di  capire qual era la via maestra per valutare una azienda, ma ora ho costruito un metodo solido che mi guida in ogni decisione.

Se ti interessa sapere come faccio a scegliere i titoli migliori non devi fare altro che acquistare il mio ultimo libro: “Battere il benchmark”.

Ho spiegato nel dettaglio il Protocollo Pascarella, un metodo in 5 step che da sempre considero il motivo principale del mio successo sul mercato.

Se negli ultimi 10 anni ho realizzato un rendimento cumulato di oltre l’807% è proprio perchè ho capito che il mercato ha ragione molte volte ma non sempre.

Capire quando sbaglia è il modo migliore per ottenere rendimenti costanti.

Nelle ultime settimane abbiamo registrato molta emotività sui listini finanziari e io sono convinto che qualche errore di valutazione il mercato lo stia facendo.

Se anche tu vuoi sapere cosa bolle in pentola e quali sono le grandi occasioni che ho trovato sul mercato manda un whatsapp allo 392 5186777,  un mio collega ti richiamerà e ti spiegherà nel dettaglio in che modo potrai replicare tutti i miei investimenti.

Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

Firma

 


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit