Editoriale Pascarella: 1929-2019, 90 anni dal giovedì nero, eppure le azioni vincono sempre

Nonostante la volatilità a breve termine, i mercati azionari sono più resistenti di quanto la maggior parte degli investitori sembri pensare.

Alla fine del mese scorso, il mondo finanziario ha ricordato un famigerato giorno: il 90° anniversario del giovedì nero, lo schianto di Wall Street del 1929. Alcuni hanno usato la data per riflettere su come i mercati oggi si possano confrontare con quelli di quasi un secolo fa – e se si sta profilando un crollo simile. A mio avviso, la lezione migliore da trarre da un periodo nefasto come quello, è un promemoria della resilienza delle azioni e del perché ritengo che dovrebbero essere una parte fondamentale dei piani finanziari degli investitori a lungo termine orientati alla crescita.

A causa della sua gravità e grandezza, l’orso del 1929 – 1932 incombe nella storia del mercato economico – e il crollo di ottobre sembra l’unico vero ricordo di quegli eventi, ma va tenuto conto di tutto il periodo, anche quello post crollo. Per sottolineare l’atmosfera immediatamente post-Crash, il New York Times citava:

Wall Street ieri era una strada di speranze svanite, di apprensione stranamente silenziosa e di una sorta di ipnosi paralizza…


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cosa sta succedendo sui mercati?

Abbiamo appena concluso la peggior settimana da aprile 2020 ed oggi.  Cosa sta succedendo sui mercati? Il Nasdaq ha lasciato sul terreno oltre il 7%, L’ S&P ha perso circa il 5,7% e il bitcoin

Leggi Tutto »
Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit