Editoriale Pascarella: L’ultimo grido di battaglia di Mario Draghi

Mario Draghi, il capo della Banca centrale europea (BCE), si dimetterà a breve. Nella sua penultima apparizione prima di lasciare il posto all’ex presidente dell’FMI, Christine Lagarde, cosa ha lasciato ai posteri?

I mercati avevano sperato nei fuochi d’artificio dall’uomo che aveva “salvato la zona euro” al culmine della crisi del debito sovrano nel 2012. Così è stato? Come previsto, Draghi ha tagliato i tassi di interesse da –0,4% a –0,5%. Ha anche riavviato l’allentamento quantitativo (QE). La BCE acquisterà ogni mese € 20 miliardi di obbligazioni sovrane della zona euro, senza una data di scadenza: gli acquisti continueranno fino a quando la BCE non sarà pronta ad aumentare nuovamente i tassi di interesse, il che potrebbe richiedere del tempo.

Le reazioni della stampa e dei mercati sono state immediate. Nel Financial Times, Laurence Fletcher ha riportato “ormai accettiamo la situazione anche se la politica monetaria ha raggiunto i suoi limiti“. La sensazione che la resistenza stia crescendo verso una politica monetaria semplice, non è stata aiutata da una prima pagina del quotidiano tedesco Bild, accusando “Conte Drag…


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cosa sta succedendo sui mercati?

Abbiamo appena concluso la peggior settimana da aprile 2020 ed oggi.  Cosa sta succedendo sui mercati? Il Nasdaq ha lasciato sul terreno oltre il 7%, L’ S&P ha perso circa il 5,7% e il bitcoin

Leggi Tutto »
Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit