Editoriale Pascarella: La Cina rallenta ancora per colpa dell’immobiliare e i consumi

L’attività economica della Cina è rallentata a novembre a causa di un prolungato crollo immobiliare e di una lenta ripresa dei consumi. Gli indicatori anticipatori dei consumi e dell’attività di investimento si sono ulteriormente indeboliti da ottobre, mentre la produzione industriale è aumentata a un ritmo più rapido a novembre quando la crisi energetica si è attenuata.

La produzione industriale è aumentata del 3,8% a novembre rispetto a un anno fa, accelerando dalla crescita del 3,5% di ottobre, un raro punto luminoso nell’economia cinese poiché gli sforzi per alleviare la carenza di elettricità hanno portato a un aumento della produzione di carbone nelle ultime settimane.

Tuttavia, una persistente flessione nel settore immobiliare dopo il grande caso Evergrande, ha continuato a trascinare gli investimenti. Anche la spesa dei consumatori, un dato molto importante per la salute della seconda economia mondiale, è in ritardo nella ripresa della Cina dalla pandemia mostrando nuovi segnali di indebolimento.

Le criticità cinesi arrivano da vari punti,…


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cosa sta succedendo sui mercati?

Abbiamo appena concluso la peggior settimana da aprile 2020 ed oggi.  Cosa sta succedendo sui mercati? Il Nasdaq ha lasciato sul terreno oltre il 7%, L’ S&P ha perso circa il 5,7% e il bitcoin

Leggi Tutto »
Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit