Editoriale Pascarella: La Cina rallenta ancora per colpa dell’immobiliare e i consumi

L’attività economica della Cina è rallentata a novembre a causa di un prolungato crollo immobiliare e di una lenta ripresa dei consumi. Gli indicatori anticipatori dei consumi e dell’attività di investimento si sono ulteriormente indeboliti da ottobre, mentre la produzione industriale è aumentata a un ritmo più rapido a novembre quando la crisi energetica si è attenuata.

La produzione industriale è aumentata del 3,8% a novembre rispetto a un anno fa, accelerando dalla crescita del 3,5% di ottobre, un raro punto luminoso nell’economia cinese poiché gli sforzi per alleviare la carenza di elettricità hanno portato a un aumento della produzione di carbone nelle ultime settimane.

Tuttavia, una persistente flessione nel settore immobiliare dopo il grande caso Evergrande, ha continuato a trascinare gli investimenti. Anche la spesa dei consumatori, un dato molto importante per la salute della seconda economia mondiale, è in ritardo nella ripresa della Cina dalla pandemia mostrando nuovi segnali di indebolimento.

Le criticità cinesi arrivano da vari punti,…


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Conviene investire sull’oro?

Giuseppe se il mercato inizia a scendere mi conviene investire sull’oro? Questa rimane sempre una delle domande più gettonate tra tutte quelle che ricevo da amici e clienti e quindi vorrei provare a dare una

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit