Il metaverso avrà gli occhi a mandorla?

Le Big Tech cinesi stanno iniziando ad investire nell’ultima frontiera tecnologica nella quale ci stiamo pian piano immergendo, il metaverso.

Il termine Metaverso, in realtà, non ha ancora una definizione concreta, ma possiamo in buona parte sintetizzare il concetto come un mondo virtuale in cui le persone potranno giocare e vivere esperienze immersive.

In Cina, difficilmente vedremo diffondersi un Metaverso “occidentale”.

Infatti è molto probabile che i giganti della tecnologia cinese possano dar vita ad un mondo virtuale a propria immagine e somiglianza.

La Cina non è nuova a questo tipo di decisioni…

Basti pensare che i social network come Facebook, Instagram, Twitter e Snapchat, sono stati censurati dagli organi sovrani per essere ricreati con le tecnologie nazionali.

Su questo tema entrano in campo anche diversi fattori…

Ma probabilmente quello più significativo sta nei numeri.

In che senso?

Beh, la Cina è la nazione più popolosa del mondo, nonché la seconda economia del pianeta dietro solo agli Stati Uniti.

Pensa cosa potrebbe significare se aziende come Facebook, oggi Meta, prendessero una grossa fetta del mercato cinese.

Ricordiamoci che oggi i social network non sono più semplicemente un passatempo, ma sono a tutti gli effetti delle vetrine gigantesche per aziende che investono nella piattaforma fior fior di quattrini dando vita ad un giro d’affari mostruoso.

Ad ogni modo, un tema decisamente caldo nell’ultimo periodo è capire se la Cina riuscirà a mantenere il passo di aziende statunitensi come Meta, madre di Facebook, letteralmente all-in sul Metaverso.

Anche Microsoft ha intenzione di posizionarsi in maniera massiva in questo nuovo mondo virtuale e proprio per questo ha ufficializzato l’intenzione di acquisire Activision Blizzard lo scorso 18 gennaio per 68,7 miliardi di dollari. 

Tuttavia, si tratta di un’acquisizione che potrebbe andare ad alterare in maniera significativa la concorrenza all’interno del mercato dei videogames, motivo per cui, per essere approvata e perfezionata, ci sarà bisogno di un’indagine da parte dell’antitrust statunitense. 

Secondo quanto riportato da Bloomberg, questa indagine verrà gestita dalla Federal Trade Commission (FTC) e non dal Dipartimento di Giustizia.

Per il momento le aziende cinesi stanno adottando un approccio più cauto anche se il mercato indirizzabile totale per il metaverso potrebbe essere di 52 trilioni di yuan, o circa 8 trilioni di dollari, ha affermato Morgan Stanley in una nota pubblicata il mese scorso.

Aziende come Tencent, NetEase, il proprietario di TikTok ByteDance e Alibaba potrebbero essere le prime società cinesi a muoversi concretamente in quella direzione.

“Metaverso è il futuro dei social network. Tutti i giganti della tecnologia cinese devono abbracciarlo per trovare nuovi modi per coinvolgere la generazione più giovane di utenti di Internet” ha detto Winston Ma, managing partner di CloudTree Ventures CNBC.

A questo punto potrebbe essere lecito domandarsi che tipo di applicazioni o dispositivi potrebbero far parte di questo nuovo mondo virtuale. 

Stando alle parole degli analisti la realtà virtuale, i giochi e i social media potrebbero essere alcune delle prime applicazioni.

Ciò può includere, ad esempio, anche l’acquisto di oggetti virtuali nei giochi o la creazione di avatar digitali di se stessi per partecipare alle riunioni. 

In una dichiarazione di novembre, Pony Ma, CEO di Tencent, ha affermato che il metaverso sarà un’opportunità per aggiungere crescita a settori già esistenti come i videogiochi.

Nel frattempo, anche ByteDance si è mosso con un espansione aggressiva nell’ultimo anno acquistando Pico, la società produttrice di cuffie per la realtà virtuale. 

Anche Alibaba quest’anno ha dichiarato che prevede l’immissione in commercio di occhiali per la realtà aumentata per riunioni virtuali.

NetEase, un altro dei giganti cinesi, ha creato una base nella provincia meridionale di Hainan incentrata sullo sviluppo di applicazioni per il Metaverso, secondo quanto riportato dai media locali.

Il gigante della ricerca Baidu, invece, ha lanciato l’anno scorso un’app chiamata XiRang, una sorta di mondo virtuale che può contenere fino a 100.000 persone contemporaneamente. 

I dirigenti di Baidu, però, hanno minimizzato le aspettative sull’app al suo lancio e hanno affermato che molti aspetti non erano ancora all’altezza. 

Tuttavia, Ma Jie, vicepresidente di Baidu, ha affermato che potrebbero volerci altri sei anni prima del lancio completo.

Ad ogni modo, seppur in maniera più cauta rispetto agli Stati Uniti, ci sono segnali che i più grandi nomi della tecnologia cinese stiano iniziando a sperimentare e gettare le basi per applicazioni future.

Ma come ogni nuova tecnologia, anche il Metaverso necessita di tempo prima di poter diventare una realtà consolidata.

Quindi, nonostante monitoreremo il tema per capire quali orizzonti ci potrebbero attendere, continuiamo a lavorare lì dove la nostra attività si concentra ormai da più di 10 anni, l’azionario americano.

Vedi, l’azionario americano non è l’unico mercato dove poter investire i tuoi risparmi, questo è vero…

…però è senza dubbio quello più profittevole.

Ed è lo stesso che negli ultimi 10 anni ci ha permesso di ottenere un rendimento medio annuo di oltre il 20%.

Se vuoi saperne di più e capire come PascaProfit può aiutarti, manda adesso un messaggio al 392 51 86 777. 

Un mio collega ti richiamerà, ti spiegherà tutto nel dettaglio e senza impegno ti indicherà la strada migliore per far rendere al massimo i tuoi soldi.


Al tuo successo.

Giuseppe Pascarella

 

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit