La prossima crisi sarà diversa?

Da qualche giorno, esattamente dal 24 novembre, l’S&P 500, il mercato più rappresentativo di Wall Street sembra aver imboccato la via del ribasso.

Niente di tragico, per carità, ma è bastato che il mercato passasse dai 4701,46 punti del 24 novembre ai circa 4538 di venerdì per far uscire allo scoperto tutti i ribassisti con le loro previsioni apocalittiche.

Se ci pensi è un calo di appena il 3%, vista in un’ottica di lungo periodo non è che un piccolo sospiro, ma già in molti parlano di crisi e di panic selling

Bè credimi, siamo molto lontani dal panic selling – ovvero la vendita a qualsiasi prezzo di azioni ed obbligazioni – perchè quando si verifica i mercati subiscono grosse perdite e in tutti gli investitori comincia appunto a diffondersi il panico.

Per ora siamo molto lontani da quella situazione, ma il punto non è capire se siamo arrivati al momento di una crisi dei mercati, il punto è avere la consapevolezza che una crisi non ci deve spaventare.

Dopo tutte le crisi abbiamo sempre rivisto nuovi massimi, ovvero il mercato è sempre stato in grado di recuperare tutte le perdite, e quasi sempre lo ha fatto anche velocemente.

Ma allora perchè starsi tanto a preoccupare per un calo momentaneo dei mercati se sappiamo che tanto verrà riassorbito e prezzi torneranno sui massimi?

Semplice, perchè ogni volta gli investitori si fanno prendere dai dubbi e nella loro mente arriva sempre l’antico dilemma….

…e se questa volta fosse diverso?

 Ecco, oggi vorrei cercare di rispondere a questa domanda: 

La prossima crisi sarà diversa?

Bè, non voglio lasciarti sulle spine perciò te lo dirò subito in modo forte e chiaro…

…Sì, la prossima sarà diversa!

Sarà diversa perchè è normale che lo sia!

Non esiste una crisi uguale all’altra, ogni crisi si scatena per un motivo che molto spesso non si era ancora mai verificato.

Nel 2000 abbiamo dovuto fronteggiare lo scoppio della bolla delle cosiddette dot-com, ovvero le società che sviluppano i loro servizi nel web. 

Ai tempi internet era una novità e non potevamo saper quale sarebbe stata l’evoluzione di una crisi nata in quel settore.

Come fu diversa la crisi del 2008 che nacque all’interno del sistema finanziario. Anche in quel caso c’erano degli elementi di novità. 

Erano stati ad esempio creati dei prodotti di ingegneria finanziaria che rendevano difficile stimare se e quando la crisi si sarebbe arrestata.

Bè, anche la prossima crisi non farà eccezione, e conterrà forti elementi di diversità

Tutte le crisi quindi contengono cose mai viste prima e per questo ogni crisi è diversa dall’altra.

Quello che però deve esserti chiaro è che, finora, anche se i motivi sono sempre diversi, il mercato ha reagito in modo sempre uguale.

Appena passata la crisi è ripreso a salire.

Non importa il motivo che scatena una crisi, non importa se è qualcosa che non abbiamo ancora mai visto, ciò che conta è che il mercato ha sempre reagito allo stesso modo..

…facendo nuovi massimi!

E’ la storia dell’umanità che ce lo dice.

Ogni giorno migliaia di persone si alzano con l’intento di stare meglio di ieri ed è per questo che nel lungo periodo la borsa è sempre salita.

Ora è facile dire queste cose, ma un messaggio molto simile io l’ho dato anche nel bel mezzo della prima crisi per il Covid-19 a marzo 2020.

Mentre i mercati scendevano alla velocità della luce io ho fatto diversi articoli dove scrivevo NO-PANIC perchè ero sicuro che avremmo rivisto nuovi massimi.

Così è stato e ricevo ancora ringraziamenti da parte di persone che non hanno venduto sui minimi risparmiando un sacco di saldo.

Hanno rischiato di rovinarsi, ma hanno capito che era stupido farsi prendere dal panico.

Come è assolutamente stupido aspettare che il mercato storni prima di investire.

Non è vero che i mercati sono troppo alti per investire, chi lo dice oggi lo diceva già 3 anni fa, anche allora eravamo sui massimi assoluti. Solo che chi ha atteso uno storno per entrare ha perso una montagna di soldi, perchè i mercati sono saliti senza mai fermarsi.

E quando è arrivato il calo a causa della pandemia non hanno più avuto il coraggio di entrare.

Mi raccomando, non fare mai l’errore di non investire temendo che il mercato sia troppo alto, quello è un modo sicuro per lasciare sul piatto un sacco di guadagni.

Poi ricorda, non è il mercato in generale che deve fare differenza per te, ma le aziende che scegli.

Ciò che farà la differenza, come sempre, sarà la composizione del tuo portafoglio.

Te lo ripeto, che il mercato, nel suo complesso, faccia nuovi massimi è sicuro, ma che i nuovi massimi vengano fatti anche dalle azioni che hai nel tuo portafoglio invece, purtroppo, sicuro non è.

E’ qui che sbagliano, secondo me, molti investitori. 

Sono troppo preoccupati dell’andamento del mercato e troppo poco concentrati sul loro portafoglio.

Quindi, se posso darti un consiglio, occupa il tuo tempo non nel cercare di prevedere se questa volta sarà diverso, ma cerca di acquisire le competenze per strutturare un portafoglio che sia resiliente a tutte le fasi del mercato.

Costruire un portafoglio resiliente non è facile, ma si può imparare.

Se ti interessa sapere come ho fatto a costruire un portafoglio che negli ultimi 11 anni ha guadagnato oltre l’800% trovi tutto nel mio libro “Dove metto i miei soldi”, clicca qui per saperne di più.

In ogni caso, se anche tu ti stai chiedendo se la prossima crisi sarà diversa la mia risposta è:

Sì, la prossima crisi sarà diverso, ma come sempre rivedremo nuovi massimi.

Al tuo successo

Giuseppe Pascarella

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Che fine hanno fatto le crypto?

I prezzi delle criptovalute sono crollati durante il fine settimana.  Il Bitcoin, il padre di tutte le crypto, si è avvicinato al minimo annuale. Il prezzo, nelle ultime ore, è crollato di oltre il 10%

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit