Non sono frasi fatte

È veramente un periodo difficile per l’umanità. 

Non si fa in tempo ad uscire da una pandemia che ci troviamo catapultati in una guerra che mai avremmo voluto vedere.

Si stanno fronteggiando due delle potenze militari più forti al mondo e i possibili scenari fanno venire i brividi.

La reazione immediata sarebbe quella di farsi prendere da rabbia, costernazione, avvilimento, paura e chissà quante altre emozioni negative.

Tuttavia questo tipo di reazione, seppur naturale, sarebbe profondamente sbagliata.

Lo sai bene anche tu, non c’è bisogno che te lo venga a dire io.

Adesso serve calma e lucidità.

So che sembrano frasi fatte, scontate ed inutili, ma in realtà è l’unica cosa che possiamo fare.

La guerra fa schifo, tutti la odiamo, su questo non ci piove, ma sarebbe un errore ancora più grosso rifiutarsi di gestire la situazione, magari per paura che speculare sui prezzi ora sia una cosa cattiva.

Non si tratta di speculare, ma di fare le scelte giuste, si tratta di non mettere in pericolo i nostri risparmi rinunciando a rendimenti che potrebbero migliorare di molto la nostra vita e quella della nostra famiglia.

Ecco perché è proprio in questi momenti che io e tutto il mio team stiamo mantenendo altissima la concentrazione e stiamo lavorando ancora più forte per trovare le grandi occasioni che ci sono sul mercato.

Questi rabassi sono grosse occasioni e ancora una volta non è una frase fatta, ma la verità.

Noi proprio ieri abbiamo inserito nei nostri portafogli un titolo che è svalutato del 40% e sono profondamente convinto che nel lungo periodo darà grandi soddisfazioni a noi e tutti quelli che seguono i nostri portafogli modello.

Calma e lucidità, ora è questo quello che serve.

Il mercato ci urla ogni giorno che farsi prendere dall’emotività è la cosa più sbagliata che si possa fare.

Chi ieri ha venduto in preda al panico è dovuto starsene fermo a guardare mentre il mercato rimbalzava violentemente contando i soldi che stava perdendo per essere uscito nel momento di ribasso.

Non fate scelte affrettate. 

Nella mia diretta, che ti invito a rivedere cliccando qui, ho parlato in modo approfondito di come i mercati reagiscono alle guerre. 

Prendendo come riferimento l’S&P 500 ho mostrato come tutti i cali dovuti all’emotività vengono riassorbiti in breve tempo.

Questi sono i numeri che ho analizzato ieri…

Per vedere il video clicca qui.

Attenzione, questo non vuol dire che sarà così anche questa volta, quindi non possiamo nemmeno comprare a casaccio.

Il significato di questo studio, che ti invito veramente a guardare nel video di ieri, serve semplicemente per farti capire che quasi mai una guerra affonda i mercati, quindi saranno decisivi, come sempre gli interventi della Fed, gli sviluppi dell’inflazione e i problemi della supply chain.

Insomma il discorso è molto più complesso di quello che può apparire, è per questo che per parlartene in modo approfondito ho deciso di dedicarci la diretta di giovedì. 

Clicca qui per vederla.

L’importante però è che qualsiasi mossa farai, non ti faccia prendere dalla fretta o dalla paura.

Il segreto è costruire bene il portafoglio a monte, questo farà davvero la differenza.

Affidarsi ad un’azienda di valore alla lunga paga e non è un caso se il mio portafoglio Pascarella a fronte di una perdita generale dei mercati tra il 15 e il 20% sta perdendo da inizio anno solo un misero 3,17%.

E sia chiaro, non ti sto dicendo questo per dirti che sono un fenomeno, questa è solo la fotografia attuale, i conti si fanno nel lungo periodo. 

Però questo dato ci racconta che costruire il portafoglio con criterio paga.

Oltre a questo però c’è un altra cosa che è veramente importante, ed è la gestione emotiva.

Se anche hai costruito bene il portafoglio ma poi ti fai prendere dalla paura allora puoi star certo che butterai parecchi soldi.

È per questo che in chiusura di questo articolo vorrei ringraziare pubblicamente il mio socio ed amico Andrea Casella. 

Andrea in questi giorni sta facendo un lavoro straordinario, parlando e rassicurando tutti i clienti che ci chiamano preoccupati.

Le sue parole hanno aiutato le persone a non commettere errori banali ma allo stesso tempo molto dolorosi dal punto di vista finanziario. 

Avere Andrea in Pasca Profit ha per noi e per i clienti un valore enorme

Grazie Andrea, grazie veramente. 

Tra l’altro in questi momenti di tensione Andrea sta scrivendo dei post molto importanti ed educativi sulla mia pagina facebook che sono convinto possano aiutare tutte le persone ad avere il giusto approccio in questi momenti.

Se non sei ancora iscritto alla mia pagina fallo cliccando qui, vedrai che ti sarà utile.

Noi ci sentiamo lunedi’, sperando che il week end porti buone notizie.

A presto

Giuseppe

 

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit