Un titolo che potrebbe diventare molto interessante

Oggi vorrei parlarti di Walmart, un gigante che sembrava destinato ad un lento ed inesorabile declino e che invece, del tutto inaspettatamente, ha trovato nella pandemia la forza di cambiare pelle e rilanciarsi.

A dire il vero il tentativo di migliorare il servizio di consegna era già iniziato nella fase pre-pandemica, ma durante la pandemia il management ha saputo reagire tempestivamente accelerando gli investimenti in essere e raggiungendo un ottimo livello di servizio.

Ad esempio nel periodo pre pandemico Walmart aveva iniziato a sperimentare un servizio di consegna a domicilio ad orari prestabiliti che nel giro di qualche giorno consegnava la spesa a casa. Per intenderci era qualcosa di molto simile ai servizi a domicilio che anche in Italia alcuni SuperMercati stanno offrendo.

Durante la pandemia, per far fronte al notevole aumento di richiesta di consegna a domicilio dovuto all’impossibilità o alla paura di andare nei negozi fisici, Walmart ha messo in piedi un servizio chiamato express delivery in grado di consegnare la merce a casa in sole due ore.

L’effetto sulle vendite è stato immediato, tanto che Walmart ha messo a segno una crescita del 69% delle vendite on line nel periodo pandemico.

Numeri da capogiro impossibili da ripetere ora che, grazie al cielo, il Covid sta allentando la sua morsa e sempre più persone sono tornate a frequentare i negozi fisici.

Tuttavia Walmart non ha arrestato il suo processo di crescita nel perfezionare il servizio di consegna a domicilio per far fronte ad una concorrenza molto agguerrita rappresentata non solo dal super colosso Amazon ma anche da alcune start up molto determinate a prendersi una importante fetta di mercato.

Dal canto suo Walmart si sta concentrando sull’aggiunta di nuovi modi per offrire ai suoi consumatori la consegna a domicilio e spostare in modo molto più efficiente tutti gli ordini che ha nell’inventario.

La strategia si basa sulla costruzione di centri logistici molto più automatizzati collegati ai negozi già esistenti, che sono circa 4.700 in tutto il Paese statunitense.

Inoltre Walmart sta sperimentando camion autonomi utilizzando propri dipendenti per effettuare consegne che arrivano fin dentro le case dei consumatori. 

Attualmente sembra che gli sforzi di Walmart siano stati premiati dai consumatori.

Infatti mentre Amazon ha fatto sapere che le sue vendite nei negozi online sono diminuite dell’1 per cento nell’ultimo trimestre chiuso il 28 gennaio, Walmart al contrario ha affermato che le vendite di e-commerce negli Stati Uniti nei negozi fisici sono aumentate dell’1 per cento. 

Certo non sono dati entusiasmanti, ma parliamo comunque di una crescita, il che non è poco.

In ogni caso, ciò che a mio avviso potrebbe rendere molto interessante il titolo Walmart non è tanto quello che ha fatto nel passato ma bensì quello che si propone di fare nel futuro.

Infatti il management ha fatto sapere le prossime mosse future e alcune potrebbero veramente essere dirompenti.

Che sia chiaro, si tratta di piani e non di cose già messe in atto, ma val comunque la pena capire di cosa si tratta, visto che i progetti sembrano in fase avanzata.

Innanzitutto Walmart vuole costruire una rete di consegne molto più grande e molto più flessibile per rendere il sistema di consegna un prodotto che possa essere venduto come un servizio a rivenditori più piccoli. 

Per far questo sta costruendo circa 100 piccoli centri logistici automatizzati collegati ai negozi esistenti attraverso un sistema di navette meccaniche che renderanno molto più veloce il sistema di consegna.

Inoltre sta rifacendo il CRM per consentire appunto anche ai clienti B2B di usufruire di questo sistema di consegne veloce, ammortizzando così i costi.

Ma se questi due fattori non rappresentano una novità nel panorama della logistica, ciò che Walmart ha in cantiere potrebbe essere molto più incisivo.

Per rendere le consegne ancora più veloci sta testando furgoni per le consegne autonome che in pratica portano i prodotti su brevi distanze tramite percorsi molto più rapidi.

I veicoli autonomi percorrono brevi distanze collegando i piccoli negozi di generi alimentari con centri di raccolta più grandi nei quali fare arrivare le consegne.

Questo è il primo passo verso un piano molto ambizioso di Walmart che si propone di far arrivare consegne molto velocemente fin dentro il frigorifero delle persone. E non è un modo di dire, Walmart ha proprio intenzione di consegnare la spesa in senso letterale fin dentro al frigorifero.

Per far questo ha intenzione di allestire un team ristretto di persone che acquisti familiarità con la famiglia che sottoscrive l’abbonamento e possa così riporre la spesa dentro al frigo per far sì che le persone tornando dal lavoro abbiamo già la loro spesa perfettamente stoccata.

Non è un’idea avveniristica, ma è già in fase di lancio e sarà disponibile già alla fine di quest’anno per 30 milioni di case a fronte di un abbonamento di 148 dollari l’anno.

La sfida è veramente affascinante e certamente Walmart per rendere sostenibile tutti i suoi progetti avrà bisogno di coinvolgere molte piccole attività per ammortizzare i costi, ma non c’è dubbio che fornire un servizio così accurato potrebbe essere dirompente nel mercato.

È per questo che Walmart potrebbe in futuro diventare un titolo interessante, anche se attualmente ne sconsiglio l’acquisto.

Infatti le valutazioni attuali del mercato mi appaiono in linea con il valore atteso futuro della società e quindi, anche se tutti questi progetti dovessero andare in porto positivamente potrebbe non esserci molto spazio per una crescita superiore al mercato.

Se invece il sell off in atto attualmente sul mercato dovesse colpire in modo particolare questo titolo bè allora potrebbe diventare una società molto interessante perché offre buoni dividendi e sul lungo periodo io ritengo che potrebbe diventare veramente una società value a tutti gli effetti.

Come sempre val la pena di stare con le antenne belle dritte e puoi star certo che qui in PascaProfit terremo sotto stretto controllo questo titolo.

Se vuoi sapere quando sarà il momento di acquistarlo non devi fare altro che entrare a far parte della nostra grande famiglia. 

Per info 392 51 86 777. 

Al tuo successo.

Giuseppe

 

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit