Warren Buffett è pronto a fare la spesa?

“Bisogna essere timorosi quando gli altri sono avidi, e avidi, quando gli altri sono timorosi” è una storica frase del celebre oracolo di Omaha, Warren Buffett. 

Detto, fatto.

E mentre tutti sono spaventati dal violento sell off del mercato azionario, lui ha drizzato le antenne ed è pronto a mettere a segno altri colpi dei suoi.

La Berkshire Hathaway, la società di Warren Buffett, sta infatti sfruttando la crisi come un’opportunità per aumentare il suo portafoglio di azioni, ed ha già distribuito decine di miliardi di dollari negli ultimi due mesi.

Molti si aspettavano un ultimo colpo dell’elefante dell’anziano investitore, uno di quelli alla Apple per intenderci… 

Ma invece, l’ormai 90enne Warren Buffett ha stupido tutti ancora una volta ed ha preferito diversificare. 

La Berkshire Hathaway ha incrementato le posizioni su Occidental Petroleum acquistando ulteriori 900.000 azioni la scorsa settimana.

Ha aumentato la sua partecipazione anche in Chevron, un’altra azienda petrolifera statunitense.

Ha acquistato azioni di Hewlett Packard (HP), City Group, Ally Financial e ha integrato la sua già cospicua posizione in Apple, rimasta comunque la sua più grande partecipazione in portafoglio. 

Tuttavia, la Berkshire, ha anche fatto registrare una cessione che mi ha davvero colpito…

Sto parlando di Wells Fargo, una delle più grandi banche americane, nonché una delle sue principali partecipazioni da oltre 30 anni. 

E sebbene questa operazione possa destare molto interesse, quello che sorprende, è la visione totalmente anticonvenzionale di Buffett.

In un momento dove la paura è alle stelle e gli investitori vendono le quote azionarie possedute spaventati da ulteriori ribassi…

Lui continua a comprare. 

Ma qual è il motivo che sta spingendo la Berkshire ad investire miliardi di dollari nonostante l’economia globale vacilla pericolosamente?

Beh, in primo luogo dobbiamo ricordarci che Warren ha sempre fatto del value investing il suo pane quotidiano.

E non è un giorno che consiglia agli investitori di mezzo mondo di essere avidi quando gli altri hanno paura. 

Questa è stata un po’ la sua filosofia che lo ha accompagnato durante tutta la sua brillante carriera…

E il fatto che negli ultimi anni l’umore generale del mercato sia stato tutt’altro che spaventato, non significa che l’oracolo di Omaha abbia cambiato mentalità. 

È ancora fortemente convinto che bisogna essere avidi quando gli altri sono timorosi.

Ed è proprio per questo che ora, mentre il mercato sta scendendo e siamo quasi vicino alla zona di recessione, la Berkshire sta sfruttando la sua enorme liquidità per acquistare titoli a prezzi “scontati”.

Inoltre, non è un caso che Buffett sia entrato pesantemente su Chevron e Occidental Petroleum… 

Sono titoli che offrono due caratteristiche verso le quali Buffett ha tradizionalmente gravitato: 

  • Valutazioni basse. 
  • Rendimenti per gli azionisti sotto forma di riacquisti e dividendi continui. 

Quest’anno, inoltre, le azioni che pagano dividendi, hanno anche sovraperformato lo Standard & Poor’s 500, in calo di circa il 17%.

Ma per quale ragione?

Una parte di investitori, per arginare le forte volatilità, ha deciso di investire i propri soldi acquistando titoli in grado di offrire rendimenti di cassa costanti. 

Perciò si spiega anche l’intensificazione della Berkshire nell’acquisto di azioni bancarie negoziate a valutazioni relativamente basse che, però, offrono dividendi. 

La società, infatti, ha acquistato 55 milioni di azioni di Citigroup nel primo trimestre per circa 3 miliardi di dollari. 

Tuttavia questa mossa segna una sorta di dietrofront della stessa Berkshire, poiché nel 2020 aveva liquidato gran parte delle sue azioni bancarie come Goldman Sachs, JPMorgan e una parte di Wells Fargo. 

Ora, sappiamo che il 2021 della Berkshire si è concluso con una montagna di denaro di liquidità all’interno delle loro casse.

Questo perché le società su cui valesse la pena investire nel lungo periodo scarseggiavano?

Non lo sapremo mai… 

Fatto sta che, gli azionisti, nella consueta lettera annuale inviata a febbraio, hanno appreso come la società avesse in pancia 106 miliardi di dollari in contanti, in calo dai 146 miliardi di fine 2021.

Quindi, Warren Buffett e la Berkshire hanno speso più di 40 miliardi soltanto nel primo trimestre 2022.

E nonostante sia tutto drasticamente cambiato: una politica monetaria sempre più aggressiva, una crescita economica molto al di sotto delle aspettative e continue interruzioni della catena di approvvigionamento che mettono i mercati in difficoltà… 

Buffett sembra essere completamente a suo agio, come un bambino al parco giochi.

Ma d’altronde, di cosa ci meravigliamo?

Siamo di fronte al più grande investitore di tutti i tempi.

D’altronde… un uomo che, nel caos più totale, continua ad acquistare come se nulla fosse, come lo definireste?

 

Al tuo successo,

Giuseppe

 

 

Firma


Vuoi continuare a leggere l’articolo?
Iscriviti subito a Editoriali Pascarella, è GRATIS
Iscrivendoti all’Editoriale Pascarella
avrai accesso a:
Sei già iscritto?

Lascia un commento

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli da non perdere

Conviene investire sull’oro?

Giuseppe se il mercato inizia a scendere mi conviene investire sull’oro? Questa rimane sempre una delle domande più gettonate tra tutte quelle che ricevo da amici e clienti e quindi vorrei provare a dare una

Leggi Tutto »

Cerchi qualcosa?

Premi INVIO per avviare la ricerca.

Iscriviti per leggere
gli Editoriali Pascarella
E' gratis, per sempre...

Accedi a Pascaprofit